CRONACA - MONDO

Usa

Trump, la Camera respinge l'impeachment, e lui torna all'attacco

La Camera dei rappresentanti Usa ha respinto, con 332 voti contrari e solo 95 favorevoli, la risoluzione d'impeachment presentata dal deputato del Texas, Al Green

Niente impeachment per Donald Trump: la Camera dei rappresentanti Usa ha respinto, con 332 voti contrari e solo 95 favorevoli, la risoluzione presentata dal deputato del Texas, Al Green, per la discussione immediata del possibile avvio della procedura contro il presidente americano e a seguito di sue dichiarazioni razziste contro quattro deputate democratiche liberali.

Nei giorni scorsi la Camera aveva votato una risoluzione, con valore simbolico, di "decisa condanna" del Presidente per le sue dichiarazioni.

Informato del voto alla Camera, Trump nel suo comizio elettorale in Carolina del nord ha attaccato nuovamente tutte e quattro le deputate dem progressiste e di colore, nominandole una a una, mentre la folla di fan rispondeva con un "buu" per ognuna di loro. Nel caso della più nota e carismatica, Alexandra Ocasio-Cortez, il presidente ha anche detto che "non ho tempo per pronunciare tre nomi, la chiameremo Cortez".

"Queste ideologhe di sinistra vogliono distruggere la nostra costituzione - ha accusato - sopprimere i valori su cui è stato costruito il nostro magnifico Paese". E ancora: "Questa sera noi rinnoviamo la nostra determinazione a non vedere diventare l'America un Paese socialista".

Criticata dalla folla anche la "speaker" democratica della Camera, Nancy Pelosi, secondo cui sarebbe troppo presto per avviare una eventuale procedura di impeachment contro Trump ma che dovrà, invece, essere considerata al termine dell'inchiesta del Congresso sull'eventuale ostruzione alla giustizia da parte del presidente nel Russiagate.

(Unioneonline/v.l.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...