CRONACA - MONDO

Brasile

Battisti, firmato il decreto di estradizione. Ma l'ex terrorista è scomparso da giovedì

Il presidente brasiliano ha firmato l'atto ufficiale. Per l'ex terrorista che deve scontare un ergastolo in Italia un magistrato aveva disposto il carcere

Il presidente del Brasile, Michel Temer, ha firmato il decreto di estradizione per Cesare Battisti, dopo la decisione di Luiz Fux, magistrato del Supremo Tribunale Federale, che ne ha ordinato l'’arresto (per via di un "rischio di fuga"), lasciando al capo dello Stato la responsabilità di decidere sulla sua consegna alla giustizia italiana, per scontare l'ergastolo al quale è stato condannato per la sua partecipazione in quattro omicidi.

Battisti tuttavia al momento non si trova. "È sparito da giovedì". È quanto dichiarato dall'avvocato dell'ex terrorista, Igor Sant'Anna Tamasauskas, che ha precisato di non sapere dove si trovi il suo cliente e che sta cercando di mettersi in contatto con lui senza successo.

Pierluigi Torregiani e Lino sabbadin, due vittime per il cui omicidio è stato condannato Battisti (Ansa)
Pierluigi Torregiani e Lino sabbadin, due vittime per il cui omicidio è stato condannato Battisti (Ansa)

L'ex terrorista dei Proletari Armati per il Comunismo attualmente vive a Cananeia, nello Stato di San Paolo. E lì è stato visto per l'ultima volta martedì socrso.

La polizia lo cerca nella zona, lì dove Battisti risiede da anni. In quella località che non avrebbe potuto lasciare per ordine del Tribunale. E che invece l'ex terrorista potrebbe aver lasciato, visto che di lui non c'è nessuna traccia.

"È sparito", hanno dichiarato i suoi vicini di casa alla stampa brasiliana, aggiungendo che davanti alla sua abitazione è ancora parcheggiata l'auto. "L'ultima volta che l'ho visto era insieme ad un uomo alto, poi è andato via", ha detto una donna.

Immagine d'archivio di un giovane Cesare Battisti (Ansa)
Immagine d'archivio di un giovane Cesare Battisti (Ansa)

Matteo Salvini su Twitter ha ringraziato Bolsonaro: "Un ergastolano che si gode la vita, sulle spiagge del Brasile, alla faccia delle vittime, mi fa imbestialire! Renderò grande merito al presidente Bolsonaro se aiuterà l’Italia ad avere giustizia, regalando a Battisti un futuro nelle patrie galere".

Il presidente brasiliano gli ha risposto: "Grazie per la vostra considerazione, ministro dell'Interno d'Italia. Lascia che tutto si normalizzi a breve nel caso di questo terrorista assassino. Conta su di noi".

E il ministro dell'Interno: "Se serve prendo il primo volo per riportare finalmente in Italia un delinquente condannato all'ergastolo".

Salvini condivide il suo scambio di battute con Bolsonaro

(Unioneonline/L)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...