CRONACA SARDEGNA - SULCIS IGLESIENTE

La proposta

Domusnovas, attività produttive in sofferenza: la ricetta della minoranza

Fra le proposte, riduzione della Tari e rivisitazione dei parametri di occupazione del suolo pubblico
la centrale via cagliari dove hanno sede molte attivit produttive di domusnovas (foto l unione sarda)
La centrale via Cagliari, dove hanno sede molte attività produttive di Domusnovas (foto L'Unione Sarda)

Un supporto alle attività produttive del paese tramite riduzione della Tari e rivisitazione dei parametri di occupazione del suolo pubblico e del relativo tributo comunale. E' la ricetta del consigliere di minoranza Attilio Stera per sostenere "quelle categorie lavorative che più di altre hanno sofferto e soffrono per le conseguenze economiche dettate dai tre mesi di forzata chiusura a causa del coronavirus".

Il consigliere di minoranza ha appena protocollato una proposta che per queste categorie prevede uno sconto sul prossimo tributo della Tari per un ammontare pari al doppio dei giorni di chiusura osservati.

"Il mancato gettito - spiega Stera dopo aver analizzato accuratamente il bilancio comunale dell'anno scorso - potrebbe essere coperto grazie ad un ritocco al rialzo dell'Irpef comunale per i redditi molto alti, quelli, per intenderci, pari o superiori ai 45mila euro annui: basterebbero poche decine di euro in più all'anno per pareggiare i minori introiti della Tari. In alternativa la copertura potrebbe essere trovata tramite un più avveduto ed incisivo taglio delle attività di spettacolo e promozione del paese che in questo periodo risultano non prioritarie".

Stera propone anche di estendere lo spazio all'aperto concesso alle attività che sfruttano il suolo pubblico pur mantenendo lo stesso canone della Tosap. "In questo modo chi ne ha necessità si potrà, ad esempio, posizionare lo stesso numero di tavolini all'aperto anche con i necessari distanziamenti previsti per il coronavirus".

La proposta sembra piacere al sindaco Massimo Ventura: "Si tratta di iniziative che il Comune stava già studiando per supportare le attività produttive che sono l'ossatura di ogni paese. Le proposte del consigliere Stera sono buone, tutto quello che si può fare per aiutare chi ha patito maggiormente le conseguenze della pandemia incontrano il nostro favore".

Sulla Tosap era già in programma una riduzione del tributo. "Laddove ci saranno le condizioni, l'idea è addirittura di azzerarlo del tutto" spiega il primo cittadino. "Ora siamo in fase di redazione del bilancio e valuteremo se, come auspico, una riduzione della Tari sarà praticabile. Quanto all'Irpef comunale, anche in questo caso la nostra idea è di ridurlo per tutti ma valuteremo anche la proposta di compensazione del minor gettito derivante dalla Tari avanzata dal consigliere Stera".

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}