CRONACA SARDEGNA - ORISTANO E PROVINCIA

il garante di oristano

Vaccini ai detenuti over 60 con gravi patologie: "In Sardegna si rischiano tempi lunghi"

Nell'Isola manca ancora il garante regionale
il carcere di massama (foto sanna)
Il carcere di Massama (foto Sanna)

Un traguardo importante è stato raggiunto dalla Conferenza nazionale dei Garanti dei detenuti di tutta Italia. I rappresentanti regionali e quelli locali si sono riuniti in video conferenza con il commissario straordinario per l'emergenza Covid-19 Domenico Arcuri. Dopo gli over 60, saranno i detenuti con patologie croniche ad essere sottoposti al piano vaccinale promosso dal Governo.

"Direi che si tratta di un risultato importantissimo - spiega Paolo Mocci, Garante del comune di Oristano - soprattutto perché il detenuto viene finalmente equiparato al cittadino normale che presenta analoghe patologie. Lo stesso risultato lo abbiamo ottenuto con il commissario Arcuri anche per il personale amministrativo del Dipartimento penitenziario. Purtroppo, in Sardegna si rischia di allungare i tempi per la somministrazione dei vaccini ai detenuti, perché nell'Isola non abbiamo ancora il Garante regionale. Avrebbe dovuto nominarlo da tempo il presidente della Regione. Insieme agli altri colleghi - conclude Paolo Mocci - rivolgiamo un appello a Solinas".

Gli over 60 dietro le sbarre sono circa il 30% della popolazione carceraria, quasi 2000. Ora si attende l'elenco ufficiale da parte del Dipartimento.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}