CRONACA SARDEGNA - NUORO E PROVINCIA

il cordoglio

Bitti, tre giorni di lutto cittadino
per le vittime dell'alluvione

Il paese piange le sue vittime da oggi sino al 3 dicembre

Iniziano a partire da oggi i tre giorni di lutto cittadino a Bitti, dopo l'alluvione che ha stravolto la cittadina del Nuorese, sommersa da un'ondata di acqua e fango.

Il sindaco Giuseppe Ciccolini ha proclamato ieri a tarda sera tre giorni di lutto, l'1, il 2 e il 3 dicembre, per onorare la memoria delle tre vittime dell'alluvione del 28 novembre.

Oggi i funerali senza cerimonia per tutti e tre.

Giuseppe Mannu, allevatore di 55 anni, voleva portare in salvo i suoi animali ma il suo fuoristrada è stato travolto da una frana e non gli ha lasciato scampo.

Lia Orunesu, di anni 89, aveva avvertito il pericolo. Quando ha aperto la porta della sua abitazione per controllare la situazione si è trovata in balia dell'ondata di acqua e fango ed è stata trascinata via all'istante. "L'ha risucchiata e fatta sparire, si è creata una specia di voragine. E' stato un attimo, non abbiamo potuto far nulla", hanno raccontato al Centro operativo comunale i volontari che hanno assistito in prima persona alla scena. Il corpo di tzia Lia è stato l'ultimo a essere trovato.

E poi c'è Giuseppe Carzedda, 90 anni: non ha potuto nulla quando il fango ha sfondato la porta della sua abitazione in via Brigata Sassari. Senza una via di fuga, senza alcuna possibilità di scampo, in pochi secondi è stato travolto ed è morto annegato.

Nell'ordinanza il sindaco di Bitti dispone anche l'esibizione della bandiera a mezz'asta negli edifici pubblici. La proclamazione del lutto cittadino "interpreta i sentimenti di angoscia dell'intera comunità e di vicinanza alle famiglie colpite da una così drammatica perdite", si legge nell'ordinanza. "E' il modo in cui l'amministrazione intende manifestare solennemente e tangibilmente il proprio dolore e quello dell'intera comunità per gli eventi violenti e tragici accaduti".

Intanto in paese si continua a lavorare per eliminare il fango e rimuovere i detriti caduti già dalla montagna. Da oggi sono riaperte le porte del comune, da sabato assediato da una barriera di sassi alta più di tre metri. Si cerca di salvare dal fango l'archivio storico.

(Unioneonline/L)

I VIDEO

LE FOTO

ecco come si presenta bitti questa mattina
Ecco come si presenta Bitti questa mattina
(foto vvf)
(Foto Vvf)
di

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}