CRONACA SARDEGNA - CAGLIARI

le dichiarazioni

Cagliari, il sindaco Truzzu: "Sì alla riapertura dei ristoranti alla sera"

Il primo cittadino in linea con le posizioni dell'Associazione nazionale dei Comuni italiani
paolo truzzu sindaco di cagliari (archivio l unione sarda)
Paolo Truzzu, sindaco di Cagliari (Archivio L'Unione Sarda)

Il sindaco di Cagliari è favorevole alla riapertura dei ristoranti la sera. In linea quindi con la posizione dell'Anci nazionale, Paolo Truzzu vorrebbe quindi da subito la riapertura delle attività di ristorazione anche nelle ore serali nel capoluogo sardo "perfezionando e modificando il sistema dei parametri".

Il primo cittadino sottolinea inoltre un altro aspetto: "Dalle 18 alle 22, con i locali chiusi è possibile che si creino assembramenti altrove (case private, piazze, luoghi all'aperto), difficili da presidiare, con il rischio che le situazioni vadano fuori controllo".

I Comuni hanno espresso le proprie esigenze a livello nazionale nel corso dell'incontro che si è svolto ieri tra Governo ed Enti locali e che sono riassumibili in alcuni punti: "Il sistema dei parametri per stabilire le limitazioni su basi certe funziona, ha fatto tenere sotto controllo la curva e ci ha evitato un nuovo lockdown generalizzato. Per questo riteniamo che debba restare in vigore, anche se gli indici da utilizzare possono essere modificati sulla base delle indicazioni delle autorità scientifiche al tavolo tecnico con le Regioni".

In secondo luogo, i ristoranti, "a condizione del rispetto di protocolli rigidi sulle distanze, devono poter riaprire anche di sera: la consumazione al tavolo assicura condizioni di sicurezza maggiori rispetto agli assembramenti che purtroppo si creano fuori dai locali che fanno il servizio di asporto delle bevande, soprattutto con l'arrivo della bella stagione".

Inoltre "bisogna lavorare immediatamente a un piano vaccinale in grado di gestire la vaccinazione di massa che confidiamo di dover organizzare da marzo. Un piano che per funzionare deve coinvolgere i sindaci per l'utilizzo delle strutture comunali che permettono di concentrare numerosi punti di vaccinazione, come i palazzetti dello sport". E, infine, "occorre procedere con speditezza al finanziamento dei nuovi ristori".

(Unioneonline/s.s.)

DITE LA VOSTRA

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}