ECONOMIA

la protesta

La protesta dei lavoratori ex Keller: "Utilizzateci in enti locali e Asl"

Sit-in a Cagliari sotto l'assessorato al lavoro: "Da 6 mesi attendiamo i sussidi"
lo stabilimento di villacidro (archivio l unione sarda pittau)
Lo stabilimento di Villacidro (archivio L'Unione Sarda - Pittau)

Da sei mesi aspettano i pagamenti una tantum previsti nella legge regionale del luglio 2020 a tutela delle imprese e dei lavoratori danneggiati dall'emergenza Covid. E ora chiedono certezze. Sono i lavoratori ex Keller elettromeccanica di Villacidro, oggi rappresentati dal sindacato Sial Cobas in un sit-in sotto l'assessorato regionale al Lavoro a Cagliari.

"La situazione è diventata insostenibile e la mancanza di chiarezza sulle tempistiche di erogazione hanno esasperato gli animi - spiega il coordinatore regionale di Sials Cobas Gian Luigi Marchionni - i tempi di questa politica sono troppo lunghi e il silenzio assordante ai vari livelli di rappresentanza".

Il coordinamento dei lavoratori della fabbrica di Villacidro ha già pronta una proposta per l'assessore al lavoro Alessandra Zedda: l'inserimento degli ex dipendenti alle amministrazioni locali e alle Asl come già era stato fatto per i lavoratori della ex Scaini. Considerato che molti di questi stanno andando in pensione, si tratterebbe di garantire la continuità del servizio proprio con i dipendenti Keller.

La proposta - fa sapere il sindacato - è già stata accolta positivamente dai sindaci.

(Unioneonline/v.l.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}