ECONOMIA

la circolare

L'Inps chiarisce, il bonus baby sitter può essere erogato anche ai nonni

La novità sul bonus introdotto dal Decreto Rilancio
immagine simbolo (foto pixabay)
Immagine simbolo (foto Pixabay)

Bonus baby sitter anche ai nonni che si occupano dei nipotini. Lo ha chiarito l'Inps con una circolare. Il bonus introdotto dal Decreto Rilancio, del valore massimo di 1.200 euro, può essere erogato anche ai familiari, purché non siano conviventi.

I voucher potranno così essere usati per pagare più in generale anche tutti i parenti che si occupano dei bambini, purché non risiedano nella stessa abitazione. Non ai soggetti che - anche se non sono conviventi - sono titolari della responsabilità genitoriale.

Il bonus baby sitter è rivolto a tutte le famiglie con figli minori di 12 anni (limite che scompare in caso di disabilità). E' incompatibile con il congedo parentale e il bonus asilo nido, e nel nucleo non deve esserci un genitore beneficiario di strumenti di sostegno al reddito perché non lavora o la sua attività lavorativa è sospesa.

La domanda va inoltrata online sul sito dell'Inps, bisogna essere in possesso del pin Inps, delle credenziali Spid, della carta nazionale dei servizi o della carta d'identità elettronica 3.0. In alternativa, c'è il contact center.

La somma viene erogata con accredito su conto corrente bancario o postale, su libretto postale, carta prepagata con Iban o bonifico domiciliato allo sportello postale.

(Unioneonline/L)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}