ECONOMIA

gallura

Confartigianato: "Solidarietà ai lavoratori Air Italy, intervenga la politica"

La denuncia dell'associazione: "Mai più alla mercé di multinazionali che vengono solo per il profitto"
un volo air italy (archivio l unione sarda)
Un volo Air Italy (Archivio L'Unione Sarda)

Confartigianato Gallura - associazione di categoria che rappresenta 5.600 imprese del territorio - esprime la sua solidarietà ai 1.200 lavoratori di Air Italy coinvolti nella procedura di liquidazione della società.

"Sono lavoratori come noi, che soffrono come noi e che da tanti anni come noi combattono per assicurare un futuro onesto e dignitoso alle loro famiglie e al territorio in cui vivono", affermano Giacomo Meloni e Federico Fadda, Presidente e Segretario di Confartigianato Imprese Gallura.

"Per questo come artigiani siamo umanamente vicini a tutti coloro che saranno impegnati in una lotta che, senza alcun dubbio e attraverso ogni lecito strumento, dovrà coinvolgere l’intero territorio, a partire dai singoli cittadini per arrivare alla politica, alle Organizzazioni Sindacali e Datoriali, ai rappresentanti istituzionali. Come avvenuto solo pochi anni fa con Meridiana, è un problema che ci investe tutti, anche fuori i confini della Gallura", fanno sapere.

"Come organizzazione delle imprese artigiane e delle piccole imprese – continuano Meloni e Fadda - siamo preoccupati e sensibili rispetto a questa vicenda per tutta questa serie di motivazioni e siamo convinti che la soluzione potrà essere favorita anche attraverso una mobilitazione delle persone, delle imprese e delle istituzioni del territorio gallurese. Dovrà esserci una forte presa di coscienza rispetto al tema dei trasporti, della continuità territoriale, della salvaguardia di settori strategici dell'economia isolana, temi che appartengono a tutti i sardi".

Secondo Confartigianato Gallura, è necessario "rappresentare tale situazione, a livello nazionale e dell'Unione Europea, con una unità di intenti unica, per arrivare a una soluzione che non sia un 'regalo' o un 'privilegio' per tappare la bocca a un territorio, ma che serva adare il senso di una vera volontà di tenere tutta la Sardegna attaccata alla penisola e all'Europa, con fatti concreti e non con parole inutili che ci hanno portato alla situazione attuale".

"Al contrario – continuano il Presidente e il Segretario di Confartigianato Gallura – in questo momento il nord est della Sardegna, cittadini e imprese, sono alla mercé dei 'venti' dell’economia delle multinazionali che hanno come punto di vista il proprio conto economico e non la garanzia di fornire servizi essenziali a una regione, e che in qualunque momento, possono calare, girare oppure diventare tempesta".

"Per questo – concludono Meloni e Fadda – facciamo appello alla buona politica affinché abbia la forza di superare le divisioni di partito per affrontare un tema che rischia di travolgere tutti, mettendo a serio repentaglio l’economia e lo sviluppo dell’Isola".

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...