CULTURA

i riconoscimenti

GramsciLab, i premi di laurea a due studenti per le tesi sulle letture analitiche gramsciane

La cerimonia in modalità telematica
patrizia manduchi (foto ufficio stampa)
Patrizia Manduchi (foto ufficio stampa)

I premi di laurea promossi dal GramsciLab verranno attribuiti ad Alessandro Volpi dell'Università di Bologna, con una tesi dal titolo "Gli usi di Gramsci in Argentina: dal marxismo critico di Pasado Presente al post-marxismo di Ernesto Laclau" (relatore prof. A. Burgio) e Camilla Gavazzi, sempre dell'Alma Mater, con la tesi "Poesia che finisce in protesta di strada. I nuovi movimenti sociali in Egitto e Tunisia" (relatore prof. D. Benenati), che si sono aggiudicati i riconoscimenti - finanziati dall'Istituto Gramsci della Sardegna - per le sezioni laurea magistrale e laurea triennale.

Menzione speciale per Danilo Lampis, che nell'ateneo felsineo ha discusso la tesi "I sardi possono parlare? La Sardegna tra subalternità, colonialità e autonomia", sotto la supervisione del prof. Burgio.

La cerimonia, in modalità telematica, si svolgerà domani.

Il GramsciLab, diretto da Patrizia Manduchi, è il centro di studi interdipartimentale dell’Università di Cagliari che coinvolge il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali, in collaborazione con il Dipartimento di Filologia, Letteratura e Linguistica.

Grazie al coinvolgimento dell'Istituto Gramsci della Sardegna, diretto da Margherita Sabrina Perra, il GramsciLab ha promosso il bando anche quest'anno rivolgendo la sua attenzione alle migliori tesi di laurea sui temi delle possibili letture analitiche gramsciane di contesti sociopolitici internazionali e della traducibilità delle categorie gramsciane in differenti ambiti disciplinari.

(Unioneonline/s.s.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}