CULTURA

il riconoscimento

Raffaele Porceddu, sommelier di Senorbì, premiato con il prestigioso Grifo Nobile

"Per me si è avverato un sogno", ha detto il maître
da sinistra a destra luca martini giacomo galanda (ex capitano della nazionale di basket) e raffaele porceddu dopo la premiazione (foto concessa)
Da sinistra a destra: Luca Martini, Giacomo Galanda (ex capitano della nazionale di basket) e Raffaele Porceddu dopo la premiazione (foto concessa)

Prestigioso riconoscimento per Raffaele Porceddu, maître e sommelier di Senorbì, premiato con il Grifo Nobile alla ventisettesima edizione dell'Anteprima Vino Nobile di Montepulciano (Toscana), tra gli eventi più importanti del settore vinicolo italiano.

Il Grifo Nobile è assegnato dal Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano a quelle figure che si sono distinte per la promozione del vino italiano. "Per me questo è un grandissimo onore, sono orgoglioso della considerazione che mi dimostrate, oggi per me si è avverato un sogno", ha detto Porceddu all'assegnazione del premio, dopo aver ringraziato Andrea Rossi, presidente del Consorzio. Per questa edizione il Grifo Nobile è stato assegnato Luca Martini (miglior sommelier del mondo), Raffaele Porceddu (maître dell'Adler Therme di Bagno Vignoni, Siena), Nicola Masiello (presidente onorario della Fisar), Ida Walters (come sommelier emergente) e allo chef stellato Roberto Rossi.

Prosegue la scalata di Porceddu nel mondo dell'enologia di altissimo livello: da ragazzo ha imparato a conoscere i vitigni isolani vendemmiando nei campi della Trexenta con il padre e i fratelli, ha poi sviluppato la sua passione per il vino attraverso l'istruzione e incontrando i produttori tra i suggestivi vigneti d'Italia e d'Europa. La Sardegna è sempre nel suo cuore. "Non mancano i progetti dedicati alla nostra cara Isola, presto ci saranno importanti sorprese", annuncia il sommelier.

© Riproduzione riservata

COMMENTI

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...