CULTURA

il riconoscimento

Villaurbana, i ragazzi della 1°E vincono il concorso "Scrittori di classe"

I 24 ragazzi, seguiti dalla professoressa Liliana Contini, hanno primeggiato tra oltre 6400 racconti provenienti da tutta Italia
la classe durante la premiazione (l unione sarda foto pala)
La classe durante la premiazione (L'Unione Sarda - foto Pala)

Piccoli scrittori crescono a Villaurbana.

La classe 1° E della scuola media, infatti, nei giorni scorsi, ha vinto la sesta edizione di "Scrittori di classe - Diario di una Schiappa", concorso nazionale di scrittura creativa riservato alle scuole primarie e secondarie di primo grado di tutta Italia.

I 24 ragazzi, seguiti con attenzione e passione dalla professoressa Liliana Contini, hanno primeggiato tra oltre 6400 racconti provenienti da tutta la penisola. Il riconoscimento è arrivato per il racconto "Berenice e la sua vacanza disastrosa" che, nelle prossime settimane, diventerà un vero e proprio libro.

Grande soddisfazione da parte dei ragazzi, che hanno colto la sfida di scrivere un racconto umoristico, attraverso il confronto, il rispetto e l'accettazione delle differenze di vedute e all'interno di un percorso di crescita delle competenze disciplinari.

"Al di là della vittoria - commenta Liliana Contini - l'obiettivo è sollecitare i ragazzi alla lettura e soprattutto stimolare la scrittura collettiva e creativa; stimolare la condivisione delle idee, confrontarsi e discutere per un progetto comune".

Al concorso, oltre alla prima, ha partecipato anche la 2°E della Scuola Media. Per il futuro rimane un altro obiettivo da raggiungere. "Per il futuro - conclude la docente - vorremmo realizzare un giornale o uno scritto con i racconti prodotti dalle classi". Con i ragazzi si sono complimentati anche gli amministratori comunali. "Siamo orgogliosissimi dei nostri ragazzi e della nostra scuola - è il commento dell'assessore Maddalena Spiga - che trasmette l'entusiasmo e favorisce la creatività con la partecipazione a manifestazioni come questa. Crediamo fortemente che sia un nostro dovere sostenere nel futuro occasioni che accrescano il piacere alla lettura e alla scrittura al fine di formare cittadini sempre più consapevoli".

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}