CULTURA

musica e solidarietà

A New York il premio Maria Callas contro la violenza sulle donne

Tra i premiati anche Katia Ricciarelli e Francesca Chialà
maria callas (ansa)
Maria Callas (Ansa)

Per celebrare la nascita a New York del mito dell’Opera lirica, Maria Callas, nata il 2 dicembre 1923 nell’Ospedale Terence Card Cook nell’Upper East Side di Manhattan, la prestigiosa Italian Academy della Columbia University di New York, ospiterà un omaggio speciale alla grande stella del melodramma: musica, teatro e premiazioni destinate alle donne nel mondo che si sono distinte nel sociale, nell’arte e naturalmente nella musica, in occasione della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne istituita 20 anni fa dalle Nazione Unite.

II New York Callas Tribute Prize è stato creato per divulgare nel mondo il legame della Callas con la città americana dove è cresciuta con la sua famiglia di immigrati di origine greca e sarà lanciato, alla presenza di autorità e di personaggi di fama mondiale, con un concerto per i malati dell’Hospital Terence Card Cook di New York proprio per i ricordare i natali di questa indimenticata interprete del belcanto.

Tra i premiati italiani la celebre soprano Katia Ricciarelli e la regista e componente del Consiglio di Indirizzo del Teatro dell’Opera di Roma, Francesca Chialà, una delle più giovani donne entrate negli organismi dirigenti delle Fondazioni liriche italiane e molto legata alla Sardegna per le sue collaborazioni con importanti aziende e istituzioni culturali isolane.

Il connubio tra il mondo femminile e la governance del mondo operistico è molto recente e solo nel nuovo secolo, al di là di casi assolutamente sporadici, si sono visti, in Italia, esempi di donne al comando di teatri d’opera di rilievo internazionale.

Katia Ricciarelli ne è un raro esempio, essendo stata a capo del Teatro Sferisterio di Macerata, mentre Francesca Chialà è stata scelta per la sua dedizione nella divulgazione dell’opera lirica e per il suo forte impegno nel sociale, coniugando la solidarietà con le 7 Arti, dal cinema alla Danza fino alla Musica.

“Sono orgogliosa – ha affermato la giovane regista pugliese trapiantata nella Capitale – che nella scelta delle premiate in qualità di manager dei Teatri d’Opera nel mondo ci siano le rappresentanti del Metropolitan di New York, che patrocina il premio, e del Teatro dell’Opera di Roma. Un riconoscimento internazionale del grande lavoro di promozione dell’immagine dell’Opera di Roma nel mondo che abbiamo realizzato con straordinario impegni e ingenti investimenti.

Sono felice che il Callas Tribute Prize New York non tenga conto solo della qualità artistica e professionale delle premiate ma anche del loro grande impegno nel sociale perché la principale funzione dell’Arte deve essere promuovere la Bellezza e la Solidarietà, come ho cercato di fare nel Docufilm che ho diretto per RAI5 intitolato ‘7 Concerti in 7 Giorni in 7 Città. Un Ponte di Musica e Solidarietà tra l’Italia e la Terra Santa’. Dedico questo prestigioso premio all'artista e attivista cilena Daniela Carrasco – chiude Francesca Chialà mentre in queste ore è stata trovata morta, sempre in Cile, la fotografa degli scontri Albertina Martinez Burgos – e alla giovane militante somala Almaas Eman, uccise per le loro idee di Pace e Libertà che abbiamo il dovere di continuare a promuovere con la forza dell'Arte e la potenza della Musica".

Ma i premi andranno anche a esponenti di altri Paesi come la soprano sudcoreana Sumi Jo, l’attrice hollywoodiana Sienna Rose Miller, la cantante attrice cino-canadese Lu Ye, la direttrice dell'opera da camera di Varsavia Alicja Wegorzewska e Melissa Wegner, Executive Director del National Council Auditions del Metropolitan Opera of New York.

Durante le celebrazioni del premio all’Italian Academy della Columbia University sarà realizzato uno special televisivo presentato dall’attore Vincenzo Bocciarelli, reduce del successo negli Stati Uniti del suo ultimo film su Amazon Prime “Mission Possible” con John Savage, e dalla modella Eleonora Pieroni che verrà trasmesso in mondovisione nei prossimi giorni sulle principali reti televisive dei Cinque Continenti.

Interverranno, tra gli altri, il Regista Premio Oscar Paul Haggis e si esibiranno sul palcoscenico numerosi musicisti e cantanti lirici per ricordare i diversi momenti di vita di Maria Callas.

Due delle voci premiate, la soprano sudcoreana Sumi Jo e la cantante attrice cino-canadese Lu Ye, proporranno un omaggio speciale al grande mito incarnato dalla più celebre interprete della storia dell’opera di tutti i tempi.

I premi, promossi dalla Melos International, consistono in una opera artistica raffigurante la Callas, creata dal designer artista italiano Francesco Forte.

L.P.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}