CULTURA

La meraviglia

Denis Ducreux, quando le immagini del cervello diventano opere d'arte

Un noto radiologo francese da 15 anni crea rendering artistici a partire da "istantanee" di risonanza magnetica
una delle immagini di ducreux (foto da instagram)
Una delle immagini di Ducreux (foto da Instagram)

Da referti medici a opere d'arte grazie alla risonanza magnetica come "musa".

L'idea di trasformare in meraviglia un esame medico è venuta a Denis Ducreux, radiologo francese e professore di neuroradiologia in Francia.

Lo specialista da 15 anni crea rendering artistici a partire da immagini di risonanza magnetica, con risultati davvero sorprendenti. Nelle sue elaborazioni, l'artista-neuroradiologo evidenzia con sfere verdi la materia grigia del cervello e con linee rosse i percorsi della materia bianca. Più grandi sono le sfere, più ci sono connessioni tra loro e lungo il percorso della materia bianca, maggiore è la connessione neurale.

E soprattutto l'effetto che si ottiene, conoscendone il significato, offre importanti suggestioni.

Un'altra delle suggestive immagini di Ducreux (foto da Instagram)
Un'altra delle suggestive immagini di Ducreux (foto da Instagram)

"I fasci limbici sono le autostrade 'inconsce' o 'istintive' del cervello, legate ai ricordi, al comportamento e alle emozioni. Ecco perché tutte le mie immagini si concentrano sul sistema limbico perché è il centro dell'inconscio", avverte Ducreux.

Nonostante queste particolari immagini non vengano utilizzate per scopi diagnostici, lo studio in alta qualità del sistema limbico attraverso la risonanza magnetica è fondamentale per la ricerca e per capire come funziona l'elaborazione emotiva degli esseri umani.

Particolare di un'altra splendida immagine (foto da Instagram)
Particolare di un'altra splendida immagine (foto da Instagram)

Secondo il radiologo, in particolare, questo tipo di imaging potrebbe aiutare la comunità medica a comprendere disturbi complessi come le malattie mentali e la dipendenza.

(Unioneonline/v.l.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...