POLITICA

L'Ue avverte: "L'Italia non cambi politica sui migranti". Salvini: "Basta interferenze"

Doppio ammonimento all'Italia da parte dell'Unione europea.

Il primo sul tema del debito pubblico, con il vicepresidente della Commissione Ue, Valdis Dombrovskis, che si è espresso in questi termini sulle sfide che attendono il nuovo governo italiano.

"Non posso anticipare le raccomandazioni per uno specifico Paese, ma ovviamente se si guarda alle precedenti raccomandazioni e alle sfide che l'Italia sta affrontando", ci si deve concentrare su "questioni fiscali, riduzione del debito pubblico. L'Italia ha il secondo debito pubblico" dopo la Grecia, aggiunge. "È estremamente chiaro che l'approccio deve essere quello di ridurre il debito".

"Le regole del patto di stabilità e crescita si applicano a tutti gli Stati membri dell'Ue", gli ha fatto eco Jyrki Katainen, mettendo in guardia il futuro governo italiano rispetto a qualsiasi velleità di violazione del patto europeo di stabilità e crescita.

Poco dopo arriva anche l'avvertimento del commissario europeo Dimitris Avramopoulos, nell'evento dedicato al decimo anniversario dell'European Migration Network, sulle politiche migratorie.

"Speriamo" che col nuovo governo in Italia "non ci siano cambiamenti sulla linea della politica migratoria".

"I periodi recenti hanno dimostrato e confermato quello che ho sempre detto sin dall'inizio: nessuno stato membro può affrontare la sfida dei movimenti migratori da solo in maniera efficace. È chiaro che abbiamo bisogno di un approccio comune, che abbini gli sforzi europei e nazionali con la solidarietà e la responsabilità condivisa", prosegue.

"In un momento in cui populismo e nazionalismo stanno guadagnando terreno, l'European Migration Network ha un ruolo chiave per garantire che le nostre politiche sull'immigrazione siano basate sui fatti e non sulle emozioni".

LA RISPOSTA DI SALVINI - "Dall'Europa ennesima inaccettabile interferenza di non eletti - ha risposto il segretario della Lega Matteo Salvini -. Noi abbiamo accolto e mantenuto anche troppo, ora è il momento della legalità, della sicurezza e dei respingimenti".

(Unioneonline/D)

MATTARELLA AL GASLINI DI GENOVA, UNA MAMMA: "CI SALVI LEI"

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}