CRONACA - MONDO

Israele chiude l'emittente la tv Palestine Today: arrestato il direttore

All'alba di questa mattina, soldati israeliani hanno fatto irruzione nella sede principale dell'emittente satellitare Palestine Today Tv, nella città di al-Bira, vicino Ramallah (Palestina) e ne hanno imposto la chiusura.

Nel blitz sono stati arrestati anche il direttore Faruq Aliat, il fotoreporter Muhammad Amro e un tecnico di trasmissione, Shabib Shabib.

Vive proteste arrivano dall'Olp, l'Organizzazione per la liberazione della Palsetina, che attraverso il segretario generale, Saeb Erekatsi, si appella alla comunità internazionale per "sanzionare Israele per le sue pratiche aggressive", ricordando come queste attività includano "esecuzioni extragiudiziarie, omicidi, arresti, demolizioni di case e confisca delle terra".

La chiusura dell'ufficio di Palestine Today Tv, che trasmette dal Libano, era stata annunciata dall'ufficio del premier israeliano, Benjamin Netanyahu, dopo una riunione del gabinetto di sicurezza, dove l'esecutivo di Tel Aviv ha disposto la serrata anche delle stazioni radiofoniche palestinesi "che incitano al terrorismo contro gli israeliani" e "il ritiro delle licenze di lavoro e di commercio alle famiglie dei terroristi palestinesi e dei loro parenti", procedendo al tempo stesso a demolire le loro abitazioni".

L'accusa nei confronti di Palestine Tv e del suo direttore è di "incitamento alla violenza". Con i suoi programmi, l'emittente avrebbe fatto da strumento principale per la jihad, spingendo le persone "ad attacchi terroristici contro lo Stato di Israele e i suoi cittadini".

177 ARRESTI NELLA NOTTE - Nel frattempo, la polizia israeliana ha fatto sapere di aver arrestato durante la notte 177 lavoratori palestinesi "illegali", entrati nel Paese senza permesso.

Questo, dopo aver compiuto controlli in oltre trecento cantieri, in cui lavora la maggior parte dei lavoratori palestinesi. Perquisizioni anche nei loro alloggi, i cosiddetti "dormitori".

Mercoledì e giovedì erano stati arrestati altri 250 palestinesi senza permesso e altre 30 persone che avevano dato loro lavoro o li avevano ospitati.

© Riproduzione riservata


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}