#CARAUNIONE

La lettera del giorno

"Quei 23 miliardi del premier Conte, ma la pignatta d'oro non esiste"

"C'è un debito pubblico che ha raggiunto la ragguardevole cifra di 2.444 miliardi, che fa circa 41mila euro a testa"
giuseppe conte (archivio l unione sarda)
Giuseppe Conte (archivio L'Unione Sarda)

"Cara Unione,

sorseggiando il caffè di mezza mattinata, mi imbatto con un avventore, Tizio, che, con aria soddisfatta, dice: il Governo ha trovato 23 miliardi, così non pagheremo le tasse.

Il tempo di degustare la nera bevanda è troppo breve perchè mi avventuri in approfondimenti fra tasse e imposte, ma, con fare interessato, chiedo a Tizio dove il Governo ha trovato i 23 miliardi. Al che, Tizio, rimane perplesso, si riprende e afferma "lo ha detto il presidente Conte al telegiornale", e se ne va.

Conversazione chiusa che vorrei riprendere.

Il premier Conte non ha trovato un bel niente, perché i 23 miliardi sono debito. Non esiste la pignatta colma di monete d'oro alla fine dell'arcobaleno, ma c'è un debito pubblico che ha raggiunto la ragguardevole cifra di 2.444 miliardi, che divisi per 60 milioni di italiani, neonati e centenari compresi, fanno circa 41mila euro a testa di debito.

Primo Mastrantoni - segretario Aduc

***

Potete inviare le vostre lettere, segnalazioni e contenuti multimediali a redazioneweb@unionesarda.it specificando il vostro nome e cognome e un riferimento telefonico. Nell'oggetto dell'email chiediamo di inserire la dicitura #CaraUnione.

(La redazione si limita a dar voce ai cittadini che esprimono opinioni, denunciano disservizi o anomalie e non necessariamente ne condivide il contenuto)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...