#CARAUNIONE

La lettera del giorno

"Presepe in regalo, ma la scuola dice 'no': bimbi anche di altre religioni"

Il racconto di un lettore del Sulcis, che non capisce perché suo figlio non possa avere il presepe a scuola
immagine simbolo (archivio l unione sarda)
Immagine simbolo (archivio L'Unione Sarda)

"Cara Unione,

scrivo per segnalare un episodio accaduto a mio figlio di 5 anni.

Il piccolo voleva regalare il presepe alla sua scuola, un istituto del Sulcis, e perché avendo cambiato quello di casa nostra, per cui abbiamo acquistato personaggi più grandi, gli pareva un bel dono per tutti i compagni.

La risposta della scuola ci ha però lasciati di stucco: nulla da fare, il presepe a scuola non si può fare perché ci sono bambini di altre religioni.

Lascio solo immaginare il mio bambino come c'è rimasto male.

Fra l'altro non capisco i diversi comportamenti delle scuole sul tema: a Decimoputzu, da noi non lontano, ci sono albero e presepe in tutti i plessi.

Grazie e buona giornata".

Lettera firmata*

(* le generalità, a conoscenza della redazione, vengono omesse nel rispetto della privacy e secondo la normativa vigente)

***

Potete inviare le vostre lettere, segnalazioni e contenuti multimediali a redazioneweb@unionesarda.it specificando il vostro nome e cognome e un riferimento telefonico. Nell'oggetto dell'email chiediamo di inserire la dicitura #CaraUnione.

(La redazione si limita a dar voce ai cittadini che esprimono opinioni, denunciano disservizi o anomalie e non necessariamente ne condivide il contenuto)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...