Bufera su Giulia Moi.

L'europarlamentare del Movimento 5 Stelle, deputata cagliaritana, è stata sanzionata dal Parlamento europeo per "molestie psicologiche" contro due suoi assistenti.

Secondo le accuse, Moi avrebbe sfruttato i suoi collaboratori facendosi aiutare in un trasloco privato a Bruxelles e più di una volta avrebbe chiesto loro soldi in prestito. In più, sempre stando ai fascicoli delle accuse, avrebbe obbligato i due a farle un resoconto puntuale e quasi al secondo di tutte le attività da loro svolte, e inviato messaggi intimidatori e scurrili.

Insomma tutti comportamenti che avrebbero provocato un pesante stress negli assistenti, tanto che l'Europarlamento ha avviato un'istruttoria del Comitato per le molestie dell'istituzione, al termine della quale il presidente Antonio Tajani ha annunciato la sanzione, che "consiste nella perdita del diritto all’indennità di soggiorno per un periodo di 12 giorni": circa 4mila euro.

Lei dal canto suo si difende: "Questa vicenda riguarda persone sulle quali è stata mal riposta la mia fiducia", ha detto, preannunciando un ricorso interno "dinanzi all'ufficio di Presidenza".

(Unioneonline/D)

Article Link
© Riproduzione riservata