"Il numero di migranti arrivati in Italia attraverso la rotta del Mediterraneo centrale a gennaio è salito a più di 4800, il doppio rispetto al mese precedente, quando le attività di contrabbando sono state rallentate da combattimenti vicino alle aree di partenza e dalle cattive condizioni meteorologiche".

Lo afferma il rapporto di Frontex, l'Agenzia europea della guardia di frontiera e costiera.

Secondo quanto reso noto dal report, che riporta dati ancora preliminare, il totale del mese è in linea con quello di gennaio dello scorso anno.

"Gli eritrei sono il gruppo di migranti più numeroso su questa rotta, seguiti dai cittadini del Pakistan e della Tunisia. Negli ultimi mesi Frontex ha anche notato un aumento del numero di libici che attraversano il Mediterraneo", spiega l'agenzia.

Per quanto riguarda l'area del Mediterraneo occidentale, il documento sostiene che "il mese scorso, la Spagna ha visto una leggera tregua dal recente numero record di attraversamenti irregolari, che sono diminuiti di oltre un terzo da dicembre 2017. Tuttavia, si sono registrati 1.300 arrivi, un numero superiore di oltre il 20% rispetto a un anno fa".

Risultano invece in calo gli arrivi dal Mediterraneo orientale: a gennaio, il numero di migranti irregolari, soprattutto siriani e iracheni, che si dirige principalmente verso le isole greche, è diminuito del 43% rispetto al mese precedente.

(Unioneonline/F)

Article Link
© Riproduzione riservata