SPORT - SPORT DI SQUADRA

baseball

A2, il Cagliari pareggia a Bolzano. In B la Catalana supera anche il Grosseto

I risultati della sarde impegnate nei campionati di A2 e B di baseball
daniele meloni del cagliari baseball (foto gianclaudio ghiani)
Daniele Meloni del Cagliari Baseball (foto Gianclaudio Ghiani)

Il Cagliari Baseball è andato vicinissimo al colpaccio in casa del Bolzano. La seconda giornata dell'intergirone A-B dell'A2 sembrava essere iniziata nel migliore dei modi, ma dopo aver condotto garauno 2-5 fino all'ultimo attacco, gli uomini di Walter Angioi l'hanno persa 6-5. È andata meglio nel secondo incontro, che i cagliaritani hanno vinto 5-9.

Nel primo match la buona prova offensiva di Federico Sireus e Gabriele Angioi, abbinata alla prestazione convincente del partente Rodriguez Cueto, che aveva siglato dieci strikeout e chiuso ogni spiraglio, sembravano aver indirizzato la gara sul giusto binario. Quando però, all'inizio della sesta ripresa, sullo 0-5, il pitcher cubano è stato rilevato da Real Sanchez, il Bolzano ha subito accorciato le distanze portandosi sul 2-5. I padroni di casa hanno poi completato l'opera nell'ultimo drammatico attacco, in cui il Cagliari, ormai nel pallone, ha provato a tamponare inserendo il closer Gabriele Angioi.

In gara due i cagliaritani sono andati subito sotto di uno (2-1 alla fine del terzo inning), ma poi hanno preso le misure e, con Mattia Sireus prima e William Laird dopo, hanno congelato le mazze avversarie. Intanto l'attacco ha fatto la sua parte, Meloni, Cavallaro, Rodriguez, Puggioni e Federico Sireus hanno trafitto la difesa altoatesina e ribaltato il risultato. Nell'ultimo inning, spazio anche per Galusca, poi rilevato da Rodriguez.

SERIE B - La Catalana ha conservato il secondo posto nella classifica nel girone D grazie alla serie vinta con il Grosseto, battuto 9-8 e 3-2 sul diamante di casa. Nel primo incontro gli algheresi, arrivati all'ultimo inning avanti 9-2, hanno subito la reazione dei toscani, che hanno provato a sfruttare un calo dei rilievi Langella e Contini, entrati dopo l'uscita il partente Yovany D'Amico, in campo per sette riprese. In attacco, triplo di Buonaiuto, che ha bissato l'impresa nel secondo incontro.

Più equilibrata garadue, affidata all'impeccabile Leonardo D'Amico, che ha sfidato il 2002 Ivan Doba. La Catalana ha prima incassato due punti su errori difensivi, poi ha rimediato grazie a Buonaiuto e alla battuta decisiva di Mirko Zidda, che ha ribaltato il risultato all'ultimo inning per walkoff. "Abbiamo affrontato una squadra giovanissima ma di sicuro avvenire, due elementi di esperienza e tanti ragazzi preparati che non hanno vacillato di fronte a giocatori più esperti", ha commentato il presidente della Catalana, Salvatore Meloni.

"Siamo contenti di questo risultato arrivato senza i catcher titolari, Gomez e Schoch, sostituiti al meglio da Caddeo e Meloni. Anche chi gioca meno ha saputo ritagliarsi spazio. Abbiamo ottenuto l'ottava vittoria, alla fine del girone d'andata tireremo le somme e vedremo di capire dove possiamo arrivare".

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...