SPORT - CALCIO

alla sardegna arena

Il Cagliari vince ancora. Contro il Bologna finisce 1-0

Secondo successo consecutivo dopo il cambio in panchina. Decide Rugani
la gioia dei rossobl (ansa)
La gioia dei rossoblù (Ansa)

Buona anche la seconda per Leonardo Semplici. Il suo Cagliari batte infatti anche il Bologna e può continuare a sperare di risalire la china per uscire dalla zona retrocessione.

Alla Sardegna Arena finisce 1-0. Decide un gol di Rugani nel primo tempo.

FORMAZIONI - Per la sfida casalinga Semplici sceglie Cragno, Rugani, Godin, Klavan, Zappa, Nainggolan, Duncan, Marin, Nandez, Joao Pedro e Simeone.

Sinisa Mihajlovic risponde invece con Skorupski, Silvestri, Soumaoro, Antov, Mbaye, Dominguez, Svanberg, Soriano, Orsolini, Sansone e Barrow.

Direzione di gara affidata all'arbitro Marco Di Bello di Brindisi.

PRIMO TEMPO - Il Cagliari parte aggressivo e arrembante, ma nonostante la verve, le occasioni latitano.

La scossa arriva poco dopo il toccante omaggio, al minuto 13, a Davide Astori, di cui il 4 marzo ricorre il terzo anniversario della morte.

Al 19esimo Joao Pedro imbecca Simeone, il Cholito ci prova ma Skorupski è bravo a deviare in corner. Sul calcio d'angolo, però, i sardi colpiscono: Rugani anticipa Orsolini di testa e insacca l'1-0.

Ottenuto il vantaggio, la squadra di Semplici abbassa il ritmo e si limita a controllare per evitare il ritorno degli ospiti. Missione compiuta e si va al riposo sull'1-0.

L'immagine di Astori sugli spalti dell'Arena (Sky Sport)
L'immagine di Astori sugli spalti dell'Arena (Sky Sport)

SECONDO TEMPO - Nella ripresa Semplici toglie Rugani (problemi muscolari), inserendo Ceppitelli.

Il Bologna ci prova subito con Svanberg, che tira dalla distanza, con Cragno che neutralizza con uno dei suoi soliti riflessi.

Gli emiliani proseguono la loro pressione alla ricerca del pareggio, con il Cagliari che fatica di più rispetto al primo tempo.

Semplici allora procede al secondo cambio, al 60esimo: fuori Simeone, dentro Pavoletti.

Ma è sempre il Bologna a provarci di più. Lo fa con Vignato, al 72esimo, che appena entrato chiama Cragno alla parata.

Al 78esimo altra sostituzione per il Cagliari: esce Marin ed entra Deiola. Due minuti dopo Semplici toglie Joao Pedro e Zappa per Cerri e Asamoah.

A 6 dalla fine il Bologna reclama un rigore: cross in area sarda dalla destra, Sansone colpisce di testa e la palla sbatte contro la spalla di Nandez, che però è girato. Check di Di Bello con il Var, ma non è penalty.

Allo scadere occasionissima Cagliari: punizione di Nandez dalla destra, Pavoletti colpisce di testa, la palla scavalca Skorupski e Schouten salva sulla linea. Per un soffio: la palla entra, ma non del tutto. Questione di centimetri.

Nei 5 di recupero il Bologna ci prova, ma i sardi difendono i tre punti. E alla fine se li mettono in tasca.

Seconda vittoria consecutiva, che dà speranza e morale.

(Unioneonline/l.f.)

***

La cronaca del match minuto per minuto

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}