POLITICA

effetto immediato

Efa-Ale (Alleanza libera europea) espelle il Partito sardo d'Azione

Non sono stati diffusi i motivi del provvedimento
christian solinas segretario del psd az (archivio l unione sarda)
Christian Solinas, segretario del Psd'Az (Archivio L'Unione Sarda)

Il Psd'Az, partito di cui è segretario il presidente della Regione Christian Solinas, è stato espulso dall'Efa-Ale (European free alliance), organizzazione politica europea fondata nel 1981 che comprende 46 movimenti indipendentisti e autonomisti e che nell'Europarlamento aderisce al gruppo Verdi-Europei - Alleanza europea.

Nella comunicazione della presidente Lorena Lòpez de Lacalle non sono specificate le ragioni dell'espulsione, solo che ha effetto immediato. Il partito del governatore era già stato sospeso nell'aprile del 2018, dopo la formalizzazione dell'alleanza con la Lega di Matteo Salvini stretta in occasione delle elezioni politiche. In quel caso l'Efa aveva richiamato le regole dell'organizzazione che vietano collaborazioni con partiti ritenuti xenofobi.

"Il Psd'Az resterà per sempre tra i padri fondatori dell'Alleanza Libera Europea - scrive su Facebook il presidente del partito Antonio Moro - e ci rammarica non poter festeggiare, il prossimo 17 aprile, con gli amici dell'Efa-Ale i nostri cento anni di storia immacolata e gloriosa a difesa degli interessi del popolo sardo, della nostra Sardegna, del diritto all'autodeterminazione e per l'Europa dei Popoli".

Per replicare alle accuse che sarebbero state mosse dal Bureau dell'Efa, Moro spiega che "l'alleanza tra il più antico partito indipendentista europeo, il nostro Psd'Az, e il più grande partito federalista italiano, la Lega, in Sardegna l'hanno decisa i sardisti e l'hanno premiata i cittadini sardi con un voto libero e democratico che prima ci ha restituito la rappresentanza nel Parlamento italiano e poi ci ha riportato alla guida della Sardegna".

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}