POLITICA

polemica a cagliari

Ghirra e Pd chiedono il riconteggio delle schede. La replica: "Danno i numeri"

Dopo Ghirra, anche Emanuele Cani paventa il ricorso contro il risultato delle urne. Ma il centrodestra non ci sta
una scheda per le comunali (l unione sarda ungari)
Una scheda per le comunali (L'Unione Sarda - Ungari)

"È opportuna la verifica dei verbali e ogni atto propedeutico a fare luce sul risultato elettorale di Cagliari a tutela della volontà dei cittadini che viene prima di tutto".

Dopo le parole di Francesca Ghirra, candidata del centrosinistra uscita sconfitta dalle elezioni per la poltrona di sindaco di Cagliari, arrivano quelle di Emanuele Cani, segretario Pd per la Sardegna: tutti e due d'accordo sul fatto che il risultato delle urne, che ha premiato il candidato del centrodestra Paolo Truzzu, debba essere oggetto di ricorso.

"Siamo del parere - spiega Cani in una nota - che sia necessario presentare ricorso per il controllo dei verbali e riconteggio dei voti. Ci sono quasi 1300 fra schede nulle e contestate e il ballottaggio non è scattato per soli 80 voti. È chiaro che, alla luce di questo dato, sia necessario un ulteriore approfondimento per fare chiarezza. La partita, a nostro avviso, non è ancora terminata".

Pronta la replica della coalizione che ha conquistato Palazzo Bacaredda, per voce di Salvatore Deidda, deputato di Fratelli d'Italia.

"Dispiace notare che quando nella stessa situazione si trovava Massimo Zedda, nelle scorse elezioni, con un margine ridotto e più schede contestate, non abbiamo esitato a riconoscere all'avversario la vittoria", ha detto Deidda. Aggiungendo: "Oggi, invece, la sinistra, da il peggio di sé, spacciando per schede nulle contestate (22), le schede nulle che non sono state contestate da nessuno (circa 1200)".

"La candidata Ghirra e il centrosinistra - prosegue l'esponente del partito di Giorgi Meloni - le elezioni le hanno perse e avrebbero dovuto quanto meno riconoscere la sconfitta ma continuano con la solita arroganza, a voler rimanere attaccati al potere e non abbiamo dubbi che utilizzeranno qualsiasi azione per non staccarsi".

E ancora: "Non riesco a credere che il centrosinistra non avesse rappresentati di lista che controllassero le schede e non firmassero il verbale a fine seduta. Non avevano rappresentanti di lista? O o rappresentanti di lista non hanno al momento trovato motivazioni per contestare le schede? Solo con la sconfitta si agitano così?".

Poi la stoccata finale agli avversari: "La smettano di dare i numeri".

(Unioneonline/l.f.)

***

LE PAROLE DI GHIRRA (Video di M. Noce):

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...