CRONACA - MONDO

Norvegia

Tanga al posto della mascherina: fermato John McAfee, il padre dell'antivirus

"È la cosa più sicura, non indosserò altro", ha specificato il magnate dell'high tech agli agenti
john mcafee con la particolare mascherina (foto da twitter)
John McAfee con la particolare mascherina (foto da Twitter)

Il magnate dell'high tech John McAfee è stato fermato per alcune ore dalla polizia in Norvegia perché utilizzava un perizoma per coprire il viso e si era rifiutato di indossare una mascherina certificata.

A raccontarlo è stato proprio l'ideatore del software antivirus, che su Twitter ha spiegato di essere stato fermato dalle autorità norvegesi. La motivazione? Indossava una mascherina che aveva realizzato con della biancheria intima da donna, di pizzo nero, la cui foto è stata poi condivisa dalla moglie Janice.

Il manager 74enne ha spiegato: "È la più sicura disponibile e mi rifiuto di indossare qualcos'altro per il bene della mia salute". La moglie Janice ha insistito: "La mascherina perizoma non ricicla la sua anidride carbonica espirata, come le maschere sopra le orecchie".

Dopo alcune ore, la coppia è riuscita a imbarcarsi sul proprio aereo privato per Monaco, dove vive.

McAfee, nato nel 1945 in una base militare statunitense sul territorio britannico, ha una lunga storia di problemi con le forze dell'ordine, come ricorda il Daily Mail. Ha fatto notizia nel 2012 per essere stato ricercato cin merito all'omicidio del suo vicino in Belize. L'eccentrico milionario era stato poi rintracciato in Guatemala. Successivamente era stato arrestato per essere entrato illegalmente nel paese e alla fine era stato rimpatriato negli Stati Uniti.

La scorsa estate McAfee e sua moglie sono stati arrestati dalla polizia nella Repubblica Dominicana che li ha accusati di essere entrati nell'isola con una barca carica di armi da fuoco. Poi è fuggito in Lituania. Attualmente, sta cercando di candidarsi per il Libertarian Party (che non vuole vincoli al capitalismo) a presidente degli Stati Uniti. Ci aveva già provato senza esito nel 2016.

(Unioneonline/v.l.)

© Riproduzione riservata


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}