CRONACA - MONDO

L'incidente

Valanga in Pakistan, in salvo gli alpinisti italiani

I sopravvissuti hanno riportato varie lesioni e sono attualmente in cura dai medici
un immagine dal profilo di tarcisio bell uno dei quattro alpinisti coinvolti nell incidente (ansa)
Un'immagine dal profilo di Tarcisio Bellò, uno dei quattro alpinisti coinvolti nell'incidente (Ansa)

Sono finalmente in salvo i quattro alpinisti italiani che ieri, con tre colleghi pakistani, sono stati travolti da una valanga a circa 5.300 metri di altezza nella valle di Ishkoman, nel distretto di Ghizar, in Pakistan.

A riferire la notizia su Facebook è Anna Piunova, direttore del sito Mountain.ru, che da ieri segue la vicenda.

I quattro alpinisti italiani e due colleghe pachistane, anche loro coinvolte nell'incidente, sono stati evacuati in elicottero, mentre il corpo della guida pachistana rimasta uccisa dalla valanga è stato lasciato sul luogo dell'incidente.

Il gruppo è stato prima trasportato a più riprese al Campo base, poi il trasferimento per le cure a Gilgit. Tutti e sei i sopravvissuti hanno riportato varie lesioni e attualmente sono sottoposti alle cure dei sanitari: nessuno di loro è in pericolo di vita.

La spedizione italiana era guidata da Tarcisio Bellò. Gli altri membri sono Luca Morellato, David Bergamin e Tino Toldo.

(Unioneonline/v.l.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...