CRONACA - ITALIA

lombardia

Como e Cremona entrano in zona arancione rafforzata

Arancioni anche dieci comuni del Milanese
attilio fontana (archivio l unione sarda)
Attilio Fontana (Archivio L'Unione Sarda)

Il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana ha firmato tre nuove ordinanze per rafforzare le misure di prevenzione a contrasto del Covid che entreranno in vigore da mercoledì 3 marzo.

Diventerà zona arancione rafforzata, con la chiusura quindi di tutte le scuole, tranne gli asili nido, l'intera provincia di Como, ma anche diversi comuni della provincia di Mantova, della provincia di Cremona (incluso il capoluogo), di quella di Pavia e di dieci comuni della Città Metropolitana di Milano, tra cui Melzo e Binasco.

La Provincia di Brescia resterà in fascia arancione rafforzata per altri otto giorni. La decisione, a quanto apprende Ansa, è stata presa su indicazione della commissione indicatori. Restano quindi chiuse tutte le scuole, inclusa quella dell'infanzia mentre i nidi potranno riaprire.

I DATI - Sono in aumento i casi di Covid in Lombardia: con 20.571 tamponi effettuati è di 2.135 il numero di nuovi positivi, con una percentuale che arriva al 10,3%.

In crescita anche il numero dei ricoverati: sono 15 più di ieri (441 in tutto) in terapia intensiva e 106 in più negli altri reparti, dove il numero di pazienti Covid è di 4.224. Sono 42 i decessi, il che porta il totale da inizio pandemia a 28.403. Per quanto riguarda le province 770 sono i casi segnalati a Milano di cui 281 in citta; 497 a Brescia, 275 a Bergamo, 124 a Mantova, 102 a Monza, 83 a Varese, 79 a Como, 55 a Lecco, 46 a Cremona, 27 a Lodi, 25 a Varese e nessuno a Sondrio.

(Unioneonline/D)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}