CRONACA - ITALIA

palazzo chigi

Viaggi in auto, uscite col cane, seconde case, nipotini e nonni: i chiarimenti del governo sul Dpcm

Pubblicate sul sito del governo le Faq sul decreto del 3 novembre. Ecco come districarsi tra le varie norme del decreto

Stop ai mercatini di Natale, tutela dei nonni, possibilità di portare il cane a spasso senza limiti di orario e viaggi in auto con il solo guidatore davanti, a meno che non ci siano conviventi a bordo.

Palazzo Chigi ha pubblicato le Faq sul Dpcm del 3 novembre per dare ai cittadini nuove risposte per districarsi tra le varie regole del decreto. Mentre il Viminale con una circolare ai prefetti sottolinea che c'è la possibilità di chiudere strade o piazze anche nelle zone gialle, anche prima delle 21.

Molta attenzione è posta sulla tutela degli anziani. E' possibile spostarsi, anche nelle zone rosse e cambiando comune, per accompagnare i propri figli dai nonni e per andarli a riprendere al termine della giornata di lavoro. Ma "solo in caso di estrema necessità", se entrambi i genitori sono impossibilitati a tenere con sé i figli per ragioni di forza maggiore. Sarebbe infatti assolutamente preferibile che i figli restino a casa con uno dei due genitori che usufruiscono di lavoro agile o congedi. E resta "fortemente sconsigliato" portare i nipotini dai nonni, che sono categorie fragili e assolutamente da tutelare.

Poi c'è il capitolo precauzioni in macchina. Si può andare in auto con persone non conviventi, ma nella parte anteriore della vettura deve sedere il solo guidatore ed è previsto un massimo di due passeggeri per ogni fila di sedili posteriori. Obbligo di mascherina per tutti, a meno che non ci sia un plexiglas tra la fila anteriore e posteriore.

L'ora d'aria dei cani: ovunque e in qualsiasi momento si possono gettare i rifiuti e accompagnare i cani per le esigenze fisiologiche, ma mantenendo la distanza di un metro da altre persone. Possibile anche portare gli animali da compagni dal veterinario, ma nelle zone rosse i controlli di routine vanno rinviati.

Seconde case: raggiungibili nelle zone gialle, in quelle arancioni o rosse, se in un comune diverso da quello di residenza, lo spostamento è consentito "solo se dovuto alla necessità di porre rimedio a eventuali crolli, rottura di impianti idraulici e comunque secondo tempistiche e modalità strettamente funzionali a sopperire a tali situazioni".

Niente mercatini natalizi, almeno per ora, e in tutta Italia. Tali attività sono da assimilare alle fiere e sono dunque vietate, anche nelle zone gialle.

Consentite anche nelle zone rosse le assemblee condominiali in presenza, ma rispettando distanziamento sociale e uso di mascherine.

I ristoranti degli alberghi restano aperti per i clienti che vi alloggiano, anche nelle zone arancioni e rosse

E' inoltre possibile consegnare e montare mobili o oggetti acquistati prima dell'introduzione delle restrizioni in commercio. Le vendite avvenute in negozio prima delle nuove restrizioni, che non si fossero ancora concluse con la consegna e il montaggio, possono assimilarsi a quelle a distanza.

Se ci si trova nelle zone arancioni o rosse fuori dal proprio domicilio, abitazione o residenza, si potrà rientrare - per la prima volta - dopo il 6 novembre 2020. Successivamente, gli spostamenti saranno consentiti solo per motivi di comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute.

Le messe e le altre celebrazioni religiose non vedono modifiche nel nuovo Dpcm, ma nelle zone rosse sarà chiesta l'autocertificazione ai fedeli. In zone arancioni e rosse, inoltre, "i luoghi di culto dovranno ragionevolmente essere individuati tra quelli più vicini".

(Unioneonlie/L)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}