CRONACA - ITALIA

sanremo

Pestato a morte in casa, due persone fermate: una ha confessato

Luciano Amoretti, 76 anni, è stato trovato senza vita ieri mattina
l arma del delitto (foto polizia di imperia)
L'arma del delitto (foto polizia di Imperia)

Due persone sono state fermate perché accusate di aver massacrato a botte fino a ucciderlo Luciano Amoretti, 76 anni, ex gioielliere pregiudicato residente a Sanremo (Imperia).

I due sono residenti a Nizza Monferrato, in provincia di Asti.

Secondo quanto reso noto dalla polizia, uno dei due fermati - dopo averlo picchiato a sangue - l'avrebbe ucciso con una mazzetta da muratore.

L'autore materiale delitto, 63 anni, consapevole del quadro probatorio ormai raccolto nei suoi confronti, ha già ammesso le proprie responsabilità fornendo indicazioni che hanno consentito di recuperare l'arma utilizzata per il delitto e alcuni effetti personali asportati alla vittima.

La posizione dell'altra persona - 50 anni - è al momento ancora al vaglio degli inquirenti.

La vittima era stata trovata senza vita nella sua abitazione di Corso Garibaldi ieri mattina.

Alle indagini hanno preso parte anche gli uomini della Scientifica.

La polizia ha risolto il caso anche grazie all'analisi di traffici telefonici delle celle, la ricerca e visone di numerose telecamere private oltre a quelle comunali, la verifica di tutti i veicoli transitati nelle vie di accesso alla città.

(Unioneonline/F)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}