CRONACA - ITALIA

napoli

Ferirono la piccola Noemi in agguato di camorra: 18 e 14 anni ai fratelli Del Re

Indimenticabili le immagini dell'agguato, specie nel momento in cui il sicario scavalca Noemi gravemente ferita per cercare di portare a termine il raid
i fratelli del re (archivio l unione sarda)
I fratelli Del Re (archivio L'Unione Sarda)

Il gup di Napoli Vincenzo Caputo al termine del processo celbrato con rito abbreviato ha condannato a 18 anni di carcere Armando Del Re e a 14 suo fratello Antonio, responsabili dell'agguato a colpi di pistola esplosi tra la folla in cui rimasero gravemente ferite la piccola Noemi, 4 anni, e sua nonna.

I fatti sono avvenuti il 3 maggio 2019 in piazza Nazionale a Napoli.

Obiettivo del raid era Salvatore Nurcaro, esponente di un clan rivale, rimasto anch'egli gravemente ferito.

I pm antomafia Antonella Fratello e Simona Rossi avevano chiesto 20 anni per entrambi gli imputati.

Noemi rimase ricoverata in gravissime condizioni per diversi giorni, poi si è fortunatamente ripresa. Particolarmente drammatiche le immagini dell'agguato, divenute virali: soprattutto il momento in cui il sicario, incurante di Noemi a terra gravemente ferita, la scavalca per cercare di portare a termine il raid.

I giudici hanno confermato l'aggravante mafiosa in relazione al tentato omicidio. La difesa ha contestato l'ipotesi di premeditazione dell'agguato ("Era un'azione estemporanea", ha detto) e l'aggravante mafiosa, chiedendo una riduzione della pena.

(Unioneonline/L)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}