CRONACA - ITALIA

cosenza

Badante armata si barrica in casa con l'anziano: "Troppo stress per il Covid"

La donna ha tenuto in ostaggio l'88enne con un fucile e un coltello
carabinieri (archivio l unione sarda)
Carabinieri (archivio L'Unione Sarda)

Una donna di nazionalità romena di 50 anni si è barricata ieri sera in una casa a Santa Maria del Cedro, nel cosentino, armata, tenendo in ostaggio un 88enne per il quale lavora come badante e minacciando di suicidarsi.

I carabinieri per ore hanno tentato di mediare e farla ragionare. Testimoni raccontano di aver visto la donna entrare e uscire dal balcone con in mano un fucile, regolarmente denunciato dall'uomo, e un coltello.

La trattativa, dopo un lungo e difficile arco notturno - in cui si i carabinieri hanno anche cercato anche di mettere in contatto telefonico con il figlio della donna - ha cominciato a sortire i primi positivi effetti verso le 6.30 di questa mattina.

La donna si è poi decisa ad aprire la porta dell'abitazione venendo subito immobilizzata dai militari che nel frattempo erano arrivati nel vano scale.

Arrestata, la 50enne è accusata di sequestro di persona, resistenza a pubblico ufficiale e minaccia aggravata.

Secondo le prime indagini dei militari, alla base del gesto della donna ci sarebbe uno stato di forte stress psico-fisico, accentuato dalla situazione di emergenza epidemiologica in atto conseguente alla diffusione del Covid-19.

(Unioneonline/F)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}