CRONACA - ITALIA

Trapani

Scomparsa a febbraio, arrestato l'ex compagno: "Tracce di sangue in casa"

Il 47enne è accusato di omicidio volontario e occultamento di cadavere
(foto cc trapani)
(Foto Cc Trapani)

Un uomo di 47 anni è stato arrestato dai carabinieri di Mazara del Vallo, in provincia di Trapani, con l'accusa di omicidio volontario, occultamento di cadavere e detenzione di ordigni esplosivi.

Vincenzo Caradonna, questo il nome del presunto assassino, avrebbe ucciso l'ex compagna, Angela Stefani, di cui si sono perse le tracce dal 5 febbraio scorso a Salemi. Ad incastrare l'uomo è stato il sangue rilevato dai militari all'interno dell'abitazione della donna.

I due vivevano insieme fino al giorno della scomparsa della 48enne con conseguente sequestro della casa. Caradonna poi si era trasferito dalla sorella dove è stato intercettato dagli investigatori.

Stefani, originaria del Bolognese, da diversi anni abitava a Salemi e dalla fine di gennaio nessuno l'aveva più vista. Il suo cellulare risultava sempre spento, cosa che aveva portato l'ex marito, Rosario Scianna, a denunciarne la scomparsa.

I coniugi hanno anche un figlio di 21 anni, Francesco. Era stato quest'ultimo a confidare ai carabinieri che la mamma temeva l'ex compagno perché molto violento anche se non aveva mai avuto il coraggio di denunciarlo. Scianna aveva replicato accusando a sua volta il giovane di essere il responsabile della scomparsa della madre.

Fondamentale per le indagini anche l'analisi dei tabulati del cellulare della vittima.

(Unioneonline/M)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...