CRONACA - ITALIA

catania

Botte ai figli piccoli nella "casa lager": genitori ai domiciliari

Le indagini sono partite dopo una visita medica al più grande dei tre fratelli, nove anni, che aveva un ematoma sull'occhio destro e lividi ovunque
(foto pixabay)
(Foto Pixabay)

Insultavano e picchiavano ripetutamente, per futili motivi, i tre figli di nove, otto e tre anni. Avevano creato nella "casa lager" un clima di terrore e assoggettamento.

È l'accusa contestata dalla Procura di Catania ai genitori dei piccoli - 39 anni lui, 33 lei - che sono ai domiciliari per maltrattamenti in famiglia.

Le indagini dei carabinieri sono partite dopo una visita medica al più grande dei tre fratelli, che aveva un ematoma all'occhio destro e lividi su guance, braccia e addome.

I militari si sono avvalsi anche di intercettazioni audio e video che, scrive la procura etnea nel provvedimento, "hanno confermato che la casa era per i ragazzini una sorta di lager domestico dove gli insulti, le botte e le violenze psicofisiche erano all'ordine del giorno".

Ai genitori è stata sospesa la patria potestà, i tre fratellini sono stati affidati a una casa famiglia.

(Unioneonline/L)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...