CRONACA SARDEGNA - PROVINCIA DI CAGLIARI

assemini

La mamma bastonata a morte: "Nostro fratello doveva essere aiutato"

Parlano i fratelli di Alessandro Melis, il 48enne che ha ammazzato la mamma
forze dell ordine sul luogo del delitto (archivio l unione sarda)
Forze dell'ordine sul luogo del delitto (Archivio L'Unione Sarda)

Marcella Mura poteva essere salvata. Ne sono convinti i familiari della donna che domenica scorsa è stata uccisa dal figlio Alessandro Melis a bastonate.

Il delitto è avvenuto in una casa di campagna di Assemini, località Sa Cannada.

Gli altri due figli della 78enne, Cristian e Ignazio, spiegano che la loro madre oggi sarebbe ancora viva se le istituzioni avessero seguito in modo più incisivo i problemi psichiatrici del loro fratello 48enne. Forse, aggiungono, poteva essere inserito in una struttura.

Negli ultimi vent'anni Alessandro è stato ricoverato varie volte nel reparto di Psichiatria e in questi sei mesi la sua condizione aveva subito un ulteriore aggravamento.

I familiari, come ha ribadito l'avvocato, non puntano il dito contro nessuno, intanto il legale dell'omicida ha chiesto per lui una perizia psichiatrica.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...