CRONACA SARDEGNA - PROVINCIA DI CAGLIARI

quartucciu

Strade buie e niente acqua potabile, i residenti di San Gaetano: "Paghiamo le tasse per cosa?"

Gli abitanti, esasperati, denunciano la situazione "paradossale" della borgata. "Qualcuno intervenga"
benito pilleri uno dei residenti della borgata san gaetano (foto andrea serreli)
Benito Pilleri, uno dei residenti della borgata San Gaetano (Foto Andrea Serreli)

L'acqua potabile bisogna comprarla, la strada è al buio, la carreggiata da sistemare.

Gli abitanti della borgata di San Gaetano, sulla Vecchia Orientale sarda in territorio di Quartucciu, sollecitano il Comune ma la situazione non cambia.

Chi abita a San Gaetano utilizza l'acqua dei pozzi per l'ordinaria amministrazione. L'acqua da bere si compra nei market con spese che si riflettono pesantemente sulla pensione o sullo stipendio.

"Una situazione paradossale", dice uno dei residenti, il pensionato di 83 anni Benito Pilleri. Che spiega: "Anni fa abbiamo sollecitato l'intervento del Comune di Quartucciu: per la via delle Mimose, abbiamo chiesto l'illuminazione pubblica: servono cinque pali e altrettanti punti luce per illuminare la strada durante la notte. C'è stata qualche promessa, ma nulla più. Le nostre richieste restano inascoltate. Restano i disagi per tutti i residenti".

A San Gaetano non esiste una rete idrica, eppure tutti pagano le tasse. L'acqua potrebbe arrivare dalla condotta di Abbanoa che si sviluppa a Sant'Isidoro, frazione ugualmente di Quartucciu.

L'acqua potrebbe essere captata all'altezza della Madonnina, all'incrocio con la vecchia 125 e portata a San Gaetano attraverso una condotta di circa 800 metri.

"Attendiamo ancora - aggiunge Pilleri - nel frattempo a chi abita a San Gaetano, non è rimasto altro da fare che scavare un pozzo in casa. L'acqua potabile la acquistiamo in bottiglie al mercato. Eppure, lo ripeto, le tasse le paghiamo regolarmente. Comune e Stato però non ci ascoltano, non assicurano neppure i servizi più essenziali come appunto quello dell'acqua potabile".

In più i residenti sollecitano la sistemazione della via delle Mimose, oggi uno sterrato, e la realizzazione della rete di illuminazione pubblica. Di notte il villaggio è illuminato solo dalla luna e dalle stelle.

"Chiediamo l'intervento del Comune - conclude Pilleri - perché anche noi siamo cittadini del Comune di Quartucciu. Paghiamo tutte le tasse, in cambio non riceviamo nulla".

© Riproduzione riservata


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...