CRONACA SARDEGNA - ORISTANO E PROVINCIA

chelonia mydas

Restituito al mare del Sinis un raro esemplare di Tartaruga verde

A maggio era rimasto impigliato accidentalmente nelle reti di un pescatore
la tartaruga (foto guardia costiera)
La tartaruga (foto Guardia costiera)

È stato restituito al suo mare un raro esemplare di Tartaruga verde che era stato ritrovato a S'Ena Arrubia lo scorso maggio. La Chelonia Mydas era rimasta impigliata nella rete di un pescatore professionista ed era stato lui ad avvisare gli operatori del Centro di recupero del Sinis.

La tartaruga è stata rimessa in acqua oggi, alla presenza della Capitaneria di Porto di Oristano-Guardia costiera, del sindaco di Cabras Andrea Abis e di Emanuela Pintus, sindaco di Arborea, vicino allo scoglio del Catalano, nella zona di riserva integrale dell’Area Marina Protetta della Penisola del Sinis – Isola di Mal di Ventre col monitoraggio degli scienziati del CNR di Torregrande e del personale dell’AMP.

Quando i biologi avevano esaminato l'esemplare erano rimasti molto stupiti in virtù del fatto che non si trattava di una Caretta Caretta, come pensato in un primo momento, ma di una Tartaruga verde che è diffusa nel Mediterraneo meridionale e orientale. Lunga 48 centimetri di carapace e dal peso di 16 chili, è stata curata alla clinica veterinaria "Due mari" di Oristano.

(Unioneonline/s.s.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}