CRONACA SARDEGNA - ORISTANO E PROVINCIA

sanità

Ghilarza, dopo le accuse di Gallus arriva la risposta di Meloni

Al centro della querelle la situazione dell'ospedale
mariano meloni (archivio l unione sarda)
Mariano Meloni (Archivio L'Unione Sarda)

Arriva puntuale la replica del direttore dell'Ats-Assl Oristano Mariano Meloni dopo le accuse a suo carico mosse ieri sera dal presidente della Commissione Sanità nonché della Conferenza dei sindaci del distretto sanitario di Ghilarza Domenico Gallus.

In una conferenza all'auditorium davanti ad un pubblico numeroso, Gallus ha chiesto le dimissioni di Meloni dopo la grave situazione che ha visto il reparto di Medicina dell'ospedale di Ghilarza salvato in extremis dalla chiusura che invece c'è stata per il pronto soccorso.

"Non risponde al vero che questa direzione non abbia effettuato tutti i passi necessari per garantire l'operatività delle attività del nosocomio ghilarzese. Sono stati infatti banditi i concorsi per reperire il personale medico e sono stati compiuti tutti gli sforzi possibili per assicurare la continuità dei servizi ospedalieri, con il contributo dei professionisti provenienti anche dagli ospedali di Oristano e Bosa. Da circa un anno, con cadenza mensile, la Direzione Assl riunisce i direttori dei reparti per garantire la copertura dei turni del Pronto Soccorso e della Medicina del Delogu, una difficoltà causata dalla carenza del personale medico", sostiene Mariano Meloni. E precisa: "Per ciò che riguarda il mese di agosto, nel dettaglio, una serie di assenze impreviste per malattia, sommate alle ferie obbligatorie dei dirigenti medici dell'Unità operativa di Medicina interna e del Pronto Soccorso hanno provocato gravi difficoltà nel coprire i turni, essendo ridotte a sole tre unità i medici turnanti in Medicina (sui sei in organico) e a uno solo in Pronto Soccorso (su due). La Direzione Assl Oristano si è attivata dunque, nelle scorse settimane, in tutti i modi possibili per garantire la prosecuzione dei servizi al Delogu. Già nel mese di luglio è stata richiesta a tutte le altre Assl, alle Aziende ospedaliero-universitarie di Cagliari e Sassari e all'azienda ospedaliera Brotzu di Cagliari la disponibilità di medici per lo svolgimento di prestazioni aggiuntive presso il nosocomio ghilarzese per il periodo estivo, senza ottenere inizialmente alcun positivo riscontro. Si è cercato inoltre di attingere alle risorse professionali attraverso la procedura per il reclutamento di 150 medici con incarico libero professionale, come da avviso bandito dall'Ats il 20 giugno scorso, ma nessuno dei candidati idonei a ricoprire gli incarichi di Medicina e Pronto Soccorso presso gli ospedali Ats ha finora accettato l'incarico".

E ancora: "La soluzione trovata nel fine settimana per garantire la prosecuzione delle attività della Medicina del Delogu è frutto di un intenso lavoro di ricerca e mediazione svolto dalla Direzione Assl in sinergia con l'assessorato della Sanità, con le Aziende ospedaliero-universitaria di Sassari e Brotzu di Cagliari, con la Direzione dei Presidi ospedalieri della Assl di Oristano e soprattutto con i medici che, con un notevole impegno professionale e personale, hanno accettato una turnazione indispensabile a garantire la continuità dei servizi, a cui va ancora una volta il ringraziamento della Direzione. È da sottolineare inoltre che si sta facendo fronte a una situazione di carenza di personale medico che investe anche la Medicina Interna di Bosa, dove sono attualmente in servizio quattro medici su sette, e che per questo motivo è stato disposto il temporaneo invio di un medico da Ghilarza a Bosa, medico contestualmente sostituito da uno inviato da Oristano a Ghilarza: una soluzione dettata da motivi organizzativi che comunque è non depotenzia in alcun modo i servizi ospedalieri del Delogu".

Meloni quindi chiude: "Relativamente ai paventati 15 milioni di euro che sarebbero stati sottratti al Delogu per essere destinati ad altri utilizzi, si precisa che alla Direzione Assl non risulta che la Giunta regionale abbia sottratto risorse alla Assl di Oristano per destinarle ad altre attività".

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...