CRONACA SARDEGNA - ORISTANO E PROVINCIA

in via mazzini

Picchiato e ridotto in fin di vita
Oristano, arrestato l'aggressore

Un 40enne è finito in manette con l'accusa di lesioni gravissime: ha picchiato un amico a sangue, lasciandolo a terra esanime
polizia (foto l unione sarda)
Polizia (foto L'Unione Sarda)

Aveva aggredito e pestato a sangue un suo amico originario di Paulilatino e oggi è finito in carcere.

Gli agenti della squadra mobile di Oristano hanno arrestato, su ordine di carcerazione emesso dalla procura della Repubblica, G. C., un 40enne senza fissa dimora di Oristano.

Le prove raccolte dagli investigatori della Questura di Oristano hanno permesso di incastrare l'uomo per l'aggressione avvenuta lo scorso 11 giugno. Per futili motivi aveva ridotto in fin di vita un 50enne, originario di Paulilatino, anche lui senza fissa dimora.

La lite verbale era avvenuta in via Garibaldi mentre l'aggressione vera e propria era avvenuta poco distante nella centralissima via Mazzini. Aveva aggredito l'uomo a calci e pugni lasciandolo privo di sensi a terra davanti all'ex banca di Sassari.

Il ferito, che era stato sottoposto a un intervento chirurgico per l'asportazione della milza, è ancora ricoverato in prognosi riservata al San Martino di Oristano.

Oggi gli agenti della squadra mobile, guidati dal commissario Samuele Cabizzosu, hanno trasferito il responsabile nel carcere di Massama con l'accusa di lesioni gravissime. Poco prima dell'aggressione l'arrestato e la sua vittima erano stati fermati per un controllo dalla polizia.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...