CRONACA SARDEGNA - ORISTANO E PROVINCIA

L'equivoco

Oristano, scatta l'allarme per una rapina: ma era solo un film

Alcuni automobilisti hanno dato l'allarme e sul posto sono arrivati decine di agenti
sul posto arrivata la polizia (foto elia sanna)
Sul posto è arrivata la polizia (foto Elia Sanna)

Era il set di un road movie d'azione ma qualcuno lo ha scambiato per una rapina (con tanto di morto), dopo aver visto anche un carro funebre. Così la presenza di tanta gente attorno al mezzo ha fatto scattare l'allarme.

Pochi minuti dopo a Fenosu, poco distante da Oristano, sono arrivati decine di poliziotti per verificare cosa fosse accaduto di così grave. Quando sul posto è arrivata la polizia, con diverse volanti, si è scoperto che non c'era stata alcuna rapina, ma sopratutto non c'erano morti o sparatorie, ed è stato accertato l'equivoco.

"Non sappiamo chi abbia avvisato la polizia - spiega il gestore della stazione di carburanti Antonio Contu - sta di fatto che durante le scene del film sono arrivati non uno, ma 25 poliziotti ed hanno circondato il set e l'intera stazione di servizio. Dopo aver fornito i documenti e le autorizzazioni si è chiarito il grosso equivoco".

Nei prossimi giorni il regista Marco Amenta e la sua troupe girerà altre scene a Cabras, Marceddì, Arborea e in altre zone del Sinis.

"Il film si chiama "Tra le onde", i due protagonisti sono Vincenzo Amato e Sveva Alviti, ma nel cast ci sono anche alcuni attori sardi. La produzione è della Eurofim.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...