ECONOMIA

disagi e preoccupazione

Sciopero voli e contratti in scadenza: la Sardegna è sempre più isolata

Dopo Alitalia e Air Italy, si ferma anche Ryanair, mentre ancora manca la proroga alla continuità

L'ennesimo sciopero manda al tappeto i trasporti aerei. Ad andare in tilt non è solo la continuità territoriale, ma anche i voli low cost.

Oltre alle dodici cancellazioni di Alitalia e Air Italy, tra Cagliari, Olbia e Alghero, salteranno pure sei rotte di Ryanair (partenze e arrivi da Bari, Cracovia e Cuneo), tutte nello scalo di Elmas.

Nel frattempo cresce la preoccupazione per il futuro della continuità: i contratti con Alitalia e Air Italy scadono a metà aprile e ancora non è stato dato il via libera a una proroga che consenta di superare la stagione estiva.

"I primi effetti negativi di questa incertezza si stanno già verificando. Senza connessioni con gli hub internazionali, senza orari e tariffe certe, l'Isola risulta essere drammaticamente esclusa dal mercato turistico internazionale in un periodo in cui i concorrenti europei programmano la stagione", spiega il presidente del gruppo Progressisti in Consiglio regionale Francesco Agus.

La salvezza è rappresentata dalle low cost. Che fanno cassa aumentando le tariffe. L'unico biglietto Cagliari-Roma che si può acquistare oggi è quello di Ryanair.

"Pur prenotando con oltre sei mesi di anticipo", spiega Agus, il costo "è già superiore a quello dei voli erogati in regime di continuità territoriale. Su alcune date dei mesi estivi si raggiungono i 230 euro per un volo di andata e ritorno, pur viaggiando in orari scomodi, senza garanzia di posti riservati né diritto di portare un bagaglio in stiva né tanto meno la possibilità di modificare le date del volo. Peggio ancora può andare a chi cerca un volo nel mese di agosto da Milano verso Olbia, tratta che può raggiungere la cifra shock di 460 euro".

Intanto l'incontro del Comitato per l'Insularità e dei senatori sardi con il presidente della Repubblica è rinviato a data da destinarsi.

Il Capo dello Stato avrebbe dovuto ricevere una delegazione alle 17 per discutere dei problemi della Sardegna legati alla sua condizione insulare. E tra questi, ovviamente, anche i trasporti. Ma la riunione è stata annullata a causa di alcuni impegni internazionali di Mattarella.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...