CRONACA SARDEGNA - CAGLIARI

seri danni

Poetto, il degrado cresce in riva al mare

Ora servono interventi straordinari per rimediare alla situazione ed evitare il peggio
il bunker transennato (foto andrea piras)
Il bunker transennato (foto Andrea Piras)

Cercasi manutentore straordinario, sul lungomare del Poetto il degrado è cominciato. La mancata manutenzione ordinaria di staccionate, servizi igienici e delle strutture in legno sulla spiaggia sta causando seri danni e adesso servono interventi straordinari per evitare il peggio.

Se il simbolo del degrado (dopo l'ex ospedale Marino) è la torre sbilenca che giace pericolosamente sul fianco circondata dalle transenne, ben altri guai stanno spuntando, a poco a poco, tra la spiaggia e le piste ciclo-pedonabili del lungomare.

Uno dei servizi igienici fortemente danneggiato (foto Andrea Piras)
Uno dei servizi igienici fortemente danneggiato (foto Andrea Piras)

I circa cinque chilometri, da Marina Piccola al confine con Quartu, denunciano un crescente stato di abbandono. O meglio, di una mancata manutenzione da parte del Comune.

La staccionate delle passerelle in legno che dal lungomare portano sulla spiaggia si stanno velocemente scrostando per via della salsedine, mentre nei sevizi igienici e nelle aree docce la pavimentazione sta cominciando a gonfiarsi e perdere lo strato protettivo. Le porte interne di alcuni bagni hanno già subito l'onta di qualche vandalo che ha deciso di inveire sulle lastre in pvc con qualche corpo contundente. Firma indelebile lasciata dall'idiota di turno che rischia di aprire la strada all'emulazione e diffondersi anche nelle altre strutture del Poetto.

La porta di un bagno rovinata dai vandali (foto Andrea Piras)
La porta di un bagno rovinata dai vandali (foto Andrea Piras)

"Abbiamo già fatto un sopralluogo per verificare lo stato dei servizi igienici e ora dovremo programmare una serie di interventi per sistemare le parti deteriorate", assicura l'assessore ai Lavori pubblici, Gabriella Deiana. "Dobbiamo recuperare i fondi dal bilancio ma i lavori stiamo pensando di avviarli la prossima primavera". Così l'assessore ai Servizi tecnologici, Alessio Mereu: "Abbiamo visto che in diversi tratti la pavimentazione in legno è saltata, per questo abbiamo già un a trentina di giorni fa ordinato il materiale per sostituire le parti deteriorate".

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...