ECONOMIA

cagliari

Concordato preventivo per l'Hotel Panorama, la Cgil: "Trovare una via d'uscita"

35 lavoratori diretti a rischio e ulteriore duro colpo al sistema ricettivo alberghiero dell'Isola, verso il quale si sta registrando una campagna acquisti di gruppi internazionali
(archivio l unione sarda)
(Archivio L'Unione Sarda)

L'Hotel Panorama di Cagliari resta chiuso e sceglie la strada del concordato preventivo per affrontare la crisi: per la Filcams Cgil, che ha chiesto un incontro urgente alla società Sares, è un ulteriore duro colpo per il sistema ricettivo alberghiero, al quale occorre far fronte con interventi che mettano in sicurezza il settore in prospettiva e salvaguardino i posti di lavoro.

Sono trentacinque i lavoratori diretti a rischio, la maggior parte monoreddito e in un contesto economico locale già al collasso. L'azienda non ha saldato gli stipendi di ottobre, novembre, dicembre e la tredicesima, l'Inps non ha ancora pagato la cassa integrazione di gennaio e febbraio.

"Se non si troverà una via d'uscita - ha detto la segretaria Filcams Cgil Nella Milazzo - gli effetti saranno devastanti per tante famiglie ma anche per il tessuto economico di un territorio in cui il comparto turistico oggi in crisi a causa della pandemia ha comunque grandi potenzialità". Non a caso, in tutta la Sardegna si registra una campagna acquisti da parte di gruppi consolidati a livello internazionale: "La pandemia ha messo in ginocchio le imprese locali piccole e grandi con il rischio che parte del patrimonio alberghiero venga esposto a operazioni al ribasso", avverte Nella Milazzo sottolineando che "il rapporto Cerved ha già rilevato un incremento delle cessioni anomalo a livello nazionale".

Il richiamo va quindi anche alle istituzioni regionali affinché prestino attenzione, con interventi adeguati, alle difficoltà del settore, per superare questa fase di emergenza guardando alla prospettiva. Il Panorama è un pezzo importante nella realtà cagliaritana e la definitiva chiusura annunciata preoccupa fortemente il sindacato e i lavoratori che per decenni hanno svolto la loro attività garantendo la disponibilità anche davanti alle difficoltà della società.

E a proposito della società, la Sares non ha ancora risposto alla richiesta di incontro del sindacato ma è evidente che è necessario un confronto immediato per approfondire i dettagli del concordato, le ipotetiche soluzioni e i margini per uscire dall'impasse.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}