CULTURA

Cagliari

Il liceo Dettori di mezzo secolo fa in un prezioso documentario recuperato e restaurato

La proiezione è in programma venerdì 17 gennaio nella sede dell'Istituto
il liceo dettori (foto da google)
Il liceo Dettori (foto da Google)

Un documentario sul Liceo Dettori di Cagliari di oltre mezzo secolo fa, cui mancava ormai quasi completamente il sonoro ma che è stato restaurato e che verrà ora posto a disposizione del pubblico.

La proiezione è in programma per venerdì 17 gennaio, alle 18.30, proprio nella sede dell'Istituto.

Il prezioso documento è stato recuperato lo scorso anno grazie alla collaborazione della Cineteca Sarda che, scandagliando alcune bobine di un registratore a nastro ritrovate in casa del regista, ha rintracciato la colonna sonora e provveduto al restauro, accoppiando video e sonoro e traferendo il tutto in formato digitale.

Si tratta di un documentario in bianco e nero della durata di 37 minuti, girato con pellicola 8 millimetri, dal titolo "Dove va la scuola?".

Il documentario è stato realizzato da un gruppo di giovani che, dal 1967 al 1975, si riuniva attorno ad un periodico all'epoca assai diffuso, soprattutto nel mondo studentesco e negli ambienti cattolici, "Gulp", e che, di tanto in tanto, faceva qualche incursione anche in campo cinematografico con la sigla "Gulp film" .

Alla realizzazione del documentario, diretto da Gianni Loy, hanno partecipato Antonello Demurtas, Francesco Toccafondi, Giancarlo Buffa, oltre a Francesco Zilio e Marcello Angius, oggi scomparsi.

Il documentario è stato girato tra il dicembre del 1968 ed i primi mesi del 1969, all'indomani dell'esplosione della contestazione studentesca mentre, negli istituti superiori, incominciavano a sperimentarsi le prime, discusse, forme di rappresentanza degli studenti.

Tra gli intervistati alcuni dei docenti più rappresentativi dell'istituto, gli studenti e, naturalmente, il preside dell'epoca, il severo Pietro Rachel. Nelle immagini i volti di diversi ex allievi, tra cui il regista Piefranco Zappareddu e il giornalista Mario Demurtas.

Il documentario verrà proiettato nell'ambito della VI° edizione della "Notte Nazionale del liceo classico", alla presenza del regista, Gianni Loy, del direttore della Cineteca Sarda, Antonello Zanda, e del dirigente Roberto Pianta.

Attesa anche la presenza, tra i docenti che compaiono nel documentario, delle professoresse Maria Crespellani e Grazia Dore.

La proiezione del documentario verrà poi replicata alle 19.30 e, successivamente, ogni ora sino alle 24.

(Unioneonline/v.l.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}