CRONACHE DALLA SARDEGNA

Arzachena, corruzione per ampliare ville
Tre arresti: c'è un dirigente comunale

Ai domiciliari anche un geometra e il titolare di una società immobiliare. Le indagini sono state portate avanti dalla Guardia di Finanza.
il mare della costa smeralda
Il mare della Costa Smeralda

L'ex dirigente del Comune di Arzachena del settore Urbanistica attualmente responsabile dei Lavori pubblici, Antonello Matiz, è stato arrestato per corruzione, insieme al geometra Fabrizio Maccioni e al titolare di una società che si occupa della gestione di ville in Costa Smeralda, Francesco Lavorato. Per la Procura di Tempio Pausania, fra i tre ci sarebbero stati dei passaggi di denaro non leciti al fine di trarne dei vantaggi economici, per ottenere l'ampliamento di ville di lusso.

Gli uomini della Guardia di Finanza hanno eseguito i tre arresti (tutti sono ora ai domiciliari) su ordine del Gip Marco Contu, al termine di una complessa indagine per corruzione. Secondo le accuse, tra l'ex dirigente del Comune di Arzachena del settore Urbanistica e responsabile dei Lavori pubblici, Antonello Matiz, il geometra Fabrizio Maccioni e il titolare di una società immobiliare Francesco Lavorato, ci sarebbe stato il passaggio di denaro, una somma di circa 50 mila euro, per l'ottenimento della concessione edilizia per l'incremento di cubature di villa Carrubba, in località Romazzino, in Costa Smeralda. Un ampliamento di oltre il 60% della villa esistente. Matiz è indagato anche in un'altra inchiesta della Procura gallurese, che riguarda presunti abusi per la ristrutturazione di sei suite dell'Hotel Romazzino.


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}