#CARAUNIONE

La lettera del giorno

"Quegli sms che rubano dati e soldi: chi tutela gli utenti?"

"Ma è mai possibile che fenomeni di questo tipo avvengano con una simile frequenza?"
immagine simbolo (foto www pixabay com)
Immagine simbolo (foto www.pixabay.com)

"Cara Unione,

ho da poco tempo attivato, per mio figlio e per necessità familiari, un abbonamento per il telefono cellulare con una nota compagnia telefonica.

Lui è ancora minorenne, e ho specificato questo in fase di attivazione alla compagnia, anche perché proprio alla specifica tipologia di utenti sono riservati contratti e promozioni ad hoc. Contratti che, a mio avviso, dovrebbero maggiormente tutelare chi ne usufruisce, vista appunto la particolare tipologia di destinatario cui il servizio è riservato.

Bene, negli ultimi giorni è una pioggia di veri e propri sms di phishing, che sembrano provenire da arcinote compagnie e società e che invitano a cliccare su un link per valutare lo stato di consegna del pacco, a scoprire la sorpresa dedicata e pronta al ritiro in negozio, a modificare i dati del conto corrente dopo un attacco criminale o simili.

Mio figlio è, per fortuna, sufficientemente prudente da non cliccarci sopra, perché mi chiedo diversamente cosa sarebbe accaduto.

Ma io mi chiedo, ma è mai possibile che fenomeni di questo tipo avvengano con una simile frequenza? Ma chi dovrebbe intervenire? E come mai i dati di utenti così sensibili non vengono adeguatamente tutelati?

Grazie dell'attenzione".

L.V. - Cagliari

***

Potete inviare le vostre lettere, segnalazioni e contenuti multimediali a redazioneweb@unionesarda.it specificando il vostro nome e cognome e un riferimento telefonico. Nell'oggetto dell'email chiediamo di inserire la dicitura #CaraUnione.

(La redazione si limita a dar voce ai cittadini che esprimono opinioni, denunciano disservizi o anomalie e non necessariamente ne condivide il contenuto)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}