Scandalo nel cuore della Chiesa.

Sono oltre 500 i bambini del coro del Duomo di Ratisbona (in Germania) che hanno subito abusi nel corso di decenni, precisamente 547.

Sono i numeri del rapporto finale presentato dall'avvocato Ulrich Weber, nell'ambito di un'inchiesta che va avanti da anni e che ancora non si è conclusa, partita da diverse denunce.

Tra le vittime, tutti bambini di terza e di quarta elementare, centinaia hanno subito violenze corporali, e 67 violenze sessuali.

"Le persone che hanno fatto parte del coro - si legge nel nuovo rapporto sulla vicenda, basato su diverse testimonianze - hanno descritto i loro anni di scuola come una prigione, come l'inferno e come un campo di concentramento. Molti si ricordano di quegli anni come il periodo peggiore della loro vita, caratterizzato da paura e violenza".

Papa Benedetto XVI al Duomo di Ratisbona

IL FRATELLO DI RATZINGER - Per trent'anni, dal 1964 al 1994, il coro Regensburger Domspatzen, della Chiesa di Ratisbona, è stato diretto da Georg Ratzinger, fratello del Papa emerito Benedetto XVI.

"Se fossi stato a conoscenza dell'eccesso di violenza utilizzato - ha detto Ratzinger nel 2010 - avrei fatto qualcosa. Mi scuso con le vittime".

Secondo Weber, l'ex direttore - pur non essendo colpevole di abusi - avrebbe fatto parte della "cultura del silenzio" per difendere il buon nome dell'istituzione.

(Redazione Online/D)

Il Papa emerito tra il fratello (a sinistra) e padre Georg

IL CASO DEL CARDINALE PELL:

© Riproduzione riservata