SPORT - CALCIO

calcio violento

Espelle due giocatori: arbitro massacrato di botte. Choc in Promozione

Brutale aggressione dopo una partita alle porte di Roma. La vittima salvata in extremis
immagine simbolo (ansa)
Immagine simbolo (Ansa)

Dovrebbe essere solo uno sport, ma non per tutti è così.

Riccardo Bernardini, arbitro di 24 anni, ha rischiato la vita alle porte di Roma, dopo l'aggressione subita da due uomini tra i 25 e i 35 anni al termine del match di Promozione tra Virtus Olympia Roma e Atletico Torrenova.

Secondo quanto si è appreso, il direttore di gara è stato picchiato selvaggiamente e poi abbandonato in una pozza di sangue a pochi passi dagli spogliatoi.

Una vera e propria spedizione punitiva per fargli pagare alcune contestate scelte durante l'incontro, su tutte l'espulsione di due giocatori.

A causa del pestaggio, la vittima ha rischiato di soffocare con la propria lingua, ma è stato salvato in extremis dal massaggiatore del Torrenova, Yuri Alviti.

Poi l'arrivo dell'ambulanza e la corsa disperata verso l'ospedale Umberto I di Roma.

Alla fine Bernardini se l'è cavata con alcuni punti di sutura e una notte in osservazione.

Oltre che un incredibile spavento.

Dopo l'allarme alle forze dell'ordine, i due aggressori sono stati identificati e arrestati.

Nel frattempo è arrivato anche il comunicato dell'Associazione Italiana Arbitri: "Il presidente Marcello Nicchi annuncia una presa di posizione forte: questa settimana non invierà arbitri in tutte le partite dei campionati dilettantistici del Lazio".

(Unioneonline/M)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...