SPORT - CALCIO

Le pagelle rossoblù: Barella predica nel deserto

Le pagelle rossoblù in Empoli-Cagliari, finita 2-0 per i toscani.

Cragno 6: Non ha particolari colpe sui gol, para il parabile. Nulla di eccezionale.

Faragò 5,5: Nel ruolo di terzino puro in una difesa a quattro non è proprio a suo agio. E si vede. C'è da migliorare la fase difensiva, sua la sciagurata deviazione che si trasforma in assist per l'1-0 di Krunic.

Ceppitelli s.v.: Esce troppo presto per infortunio, non era partito proprio benissimo.

Pisacane 6: Il migliore nel reparto arretrato: poche sbavature, e quando c'è da spazzare lo fa senza troppi complimenti.

Romagna 5,5: Non bene il gioiellino rossoblù, spesso in affanno contro gli avanti toscani. Si fa sfuggire Caputo sul gol del raddoppio.

Lykogiannis 5,5: Parte dalla sua fascia l'azione dell'1-0. Prova a rimediare mettendo qualche cross, ma nel complesso resta sotto la sufficienza.

Cigarini 5: Regia spenta e poco volitiva. Se la difesa è spesso scoperta la colpa è anche del centrocampo.

Castro 5: Parte male l'uomo di Maran. A inizio partita perde molti, troppi palloni. Migliora leggermente nel secondo tempo, ma la strada da fare è ancora tanta.

Barella 6,5: Predica nel deserto per 60 minuti. È lui a dare il via a tutte le azioni pericolose del Cagliari. Dopo il 2-0 si spegne e rimedia la solita ammonizione, anche se questa volta non è una sua ingenuità.

Ionita 5,5: Lascia intravedere qualcosa di buono nel primo tempo. Un cross al bacio per Pavoletti, un tiro dal limite che finisce a lato. Ma può dare molto di più: stanco, Maran lo fa uscire al 73' lasciando spazio a Cerri.

Cerri s.v.: Gioca troppo poco per essere giudicato.

Farias 5: Spento, abulico. Come l'anno scorso. Una palla buona la avrebbe pure: nel primo tempo, ma conclude a lato su assist di Barella.

Sau s.v.: Una rovesciata poco dopo l'ingresso in campo, nulla più. Entra a partita già incanalata, sul 2-0 per l'Empoli.

Pavoletti 5,5: Il gioiello nella ripresa (una gran botta dal limite che si stampa sul palo) meritava miglior sorte. Nel complesso cresce col passare dei minuti, dopo un inizio terribile. Ma grida vendetta quel colpo di testa terminato alto nel primo tempo. Era una di quelle palle che mette sempre in rete, sarebbe stato il gol dell'1-1.

(Unioneonline)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...