SPETTACOLI

lo spettacolo

Francesco Mandelli in scena a Cagliari: "Soliti Idioti, non mi mancate"

L'attore (con nonni di Ittiri), sul palco della sala Eleonora d'Arborea del polo bibliotecario di via Falzarego
francesco mandelli (foto laura farneti)
Francesco Mandelli (Foto Laura Farneti)

"I miei nonni sono di Ittiri. Sono nato a Erba, in provincia di Como, ma ogni volta che torno in Sardegna mi sento casa". L'attore Francesco Mandelli sarà, ancora domenica sera, a Cagliari, nella sala Eleonora d'Arborea, all'interno del polo bibliotecario in via Falzarego 35, per l'ultima replica, alle 19, del monologo "Proprietà e atto (esilio permanente)" dal testo del drammaturgo statunitense Will Eno, uno degli esponenti di punta del minimalismo teatrale statunitense. Nelle sue opere riflette, tra humor nero e acuta indagine psicologica, sul male di vivere e sugli aspetti che condizionano la comunicazione tra le persone. Francesco Mandelli confessa di "aver accettato la sfida del teatro e del monologo, dopo la lettura, due anni e mezzo fa, dello straordinario testo di Eno".

Classe '79, ha debuttato in televisione nel 1998 nel programma di MTV Italia, "Tokusho" in veste di co-conduttore insieme con Andrea Pezzi. All'interno dello show veste i panni del "nongiovane", soprannome con cui viene conosciuto dal pubblico di MTV, che poi diventerà "nongio" per abbreviazione. Da lì il successo al cinema: "Tutti gli uomini del deficiente" di Paolo Costella, "Ora o mai più" di Lucio Pellegrini, "Manuale d'amore" di Giovanni Veronesi, "Natale a Miami" e "Natale a New York" di Neri Parenti, "Generazione 1000 euro" di Massimo Venier. Insieme al suo collega Fabrizio Biggio è autore e coprotagonista della serie "I soliti idioti" per quattro stagioni su MTV, dalla quale sono tratti due film campioni di incassi nel 2011 e 2012. Con il monologo portato a Cagliari "ho avuto voglia di provare cose nuove e di cambiare. La gente mi conosce per i personaggi comici che ho interpretato in commedie a volte graffianti e sopra le righe. Ho indossato un'altra maschera. Il nostro lavoro, bellissimo e stimolante, offre questa opportunità".

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}