CRONACA - MONDO

indonesia

Senza mascherina a Bali, l'insolita punizione per i turisti stranieri

Flessioni: 50 chi non indossa la mascherina, 15 chi la indossa ma in modo non corretto
(frame da video)
(Frame da video)

Gli stranieri sorpresi a non indossare mascherine sull'isola indonesiana di Bali sono soggetti a una punizione insolita: fare flessioni.

Alcuni video circolati sui social media questa settimana mostrano turisti in maglietta e pantaloncini costretti dagli agenti di sicurezza a cimentarsi nell'esercizio ginnico nel caldo torrido tropicale.

Le autorità di Bali hanno introdotto l'obbligo di indossare la mascherina in pubblico lo scorso anno, mentre l'Indonesia era alle prese con una violenta ondata di SarsCov2.

Negli ultimi giorni, tuttavia, decine di stranieri sono stati ripresi senza questa protezione, ha spiegato il funzionario della sicurezza Gusti Agung Ketut Suryanegara.

Più di 70 persone hanno pagato una multa di 100.000 rupie (7 dollari), altre 30 hanno affermato di non avere i soldi. E dunque è stato ordinato loro di fare flessioni. Chi non indossava una mascherina ne ha dovute fare fino a 50, quelli che ne indossavano una in modo improprio sono stati puniti con 15.

Le autorità di Bali hanno anche avvertito che gli stranieri che violano le normative sul coronavirus potrebbero essere espulsi dal Paese.

L'isola rimane ufficialmente chiusa ai turisti stranieri, ma ospita molti residenti di lungo periodo dall'estero. Inoltre, gli stranieri che vivono altrove in Indonesia possono ancora visitarla.

(Unioneonline/L)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}